Altri tabletDati finanziari

Le aziende più piccole prenderanno il pezzo più grande della torta dei tablet nel 2015

Dopo un duro 2014, che ha visto le vendite degli iPad di Apple vacillare per la prima volta e un generale rallentamento negli acquisti di tablet, il mercato dovrebbe essere in ripresa nel 2015 con aziende più piccole come Lenovo, Asus e Microsoft conquistare importanti quote di mercato.

Nessuna di queste società dovrebbero minacciare i leader di categoria Apple e Samsung, ma Jeff Orr, direttore senior di ABI Research, ritiene che ciascuna ha fatto mosse nel 2014 che le renderà più rilevanti nei prossimi mesi e che porteranno le vendite di tablet ad una crescita del 16% nel 2015, a 194 milioni di unità.

“Lenovo ha acquisito Motorola Mobility e questo potrebbe aiutarla ad avere un grande impatto negli Stati Uniti”, ha detto Orr sottolineando che Motorola è stato uno dei primi leader del mercato dei tablet e che adesso è di Lenovo.

Jitesh Ubrani, analista senior di IDC, ha osservato: “Lenovo ha lentamente preso ulteriori quote di mercato nel corso dell’ultimo anno. Data la loro forza nei mercati dei PC e smartphone, Lenovo ha buone possibilità di realizzare guadagni aggiuntivi nel mercato dei tablet”.

sony-tablets1-hands2-lg

Gran parte della crescita di Lenovo dovrebbe aver luogo al di fuori degli Stati Uniti, in paesi in cui l’azienda ha già una buona presenza e dovrebbe fare bene, come il Brasile, dove le vendite di tablet stanno iniziando a crescere, mentre all’interno degli Stati Uniti potrà trovare la strada un po’ più in salita.

“E ‘difficile cambiare gli atteggiamenti dei consumatori nei confronti del marchio Lenovo, dato che è considerato da molti come un fornitore di computer per aziende“, ha detto Orr, aggiungendo che questo potrebbe rivelarsi positivo per Lenovo dato che i tablet sono sempre di più visti come strumenti di business. I prodotti per il grande pubblico di Lenovo includono le linee IdeaTab, ThinkPad e Yoga.

Microsoft potrebbe essere stata la sorpresa nel mercato dei tablet del 2014 superando quota 5% del mercato per la prima volta nel terzo trimestre grazie ai suoi modelli della serie Surface: Orr aspetta di vedere che vendite del quarto trimestre mostrino un miglioramento rispetto all’anno precedente. Tuttavia, guadagnare tale quota ha avuto costo molto elevato per la società. “L’investimento di Microsoft è ancora sproporzionato rispetto al suo ritorno. Penso che si stia costruendo consapevolezza, ma non vendite”, ha detto.

Un altro fattore che avrà un alto impatto sul 2015 di Microsoft è la reazione del settore al rilascio di Windows 10. Il nuovo sistema operativo sarà lanciato intorno alla metà dell’anno dopo la conferenza Build di Microsoft.

Anche Asus e Acer saranno in movimento nel 2015 per prendere una quota da Amazon. ABI ritiene che Amazon potrebbe aver superato la sua penetrazione nel mercato con il tablet Fire nel 2014, con il marchio che ha il suo pubblico ben definito, permettendo ai nuovi acquirenti di tablet di guardarsi intorno verso aziende taiwanesi per un tablet economico: Asus produce il MeMo Pad e i Transformer Pad mentre Acer è sul mercato con la sua linea Iconia.

Apple non rischia di perdere il sonno per la sua posizione nel mercato dei tablet. Essa dovrebbe essere in ripresa nel 2015 dopo aver sperimentato la sua prima caduta nelle vendite di iPad nel 2014. Anche se i numeri del quarto trimestre non sono ancora disponibili Orr prevede che le vendite di iPad siano state 68 milioni rispetto ai 74 milioni del 2013. IDC è più ribassista, aspettandosi quasi 65 milioni di unità vendute quest’anno, ma in crescita a poco più di 70,1 milioni entro il 2018.

“La stagnazione del design dell’iPad, di interfaccia e funzionalità unite alla longevità eccezionale delle generazioni precedenti porterà ad una diminuzione della quota di mercato nei prossimi anni. Detto questo, è importante notare che gli iPad hanno un prezzo elevato. Quindi in termini di ricavi, Apple probabilmente rimarrà molto più avanti rispetto alla concorrenza, ha detto Ubrani.

Samsung e i suoi tablet Galaxy Tab hanno avuto un buon 2014 con vendite aumentate di 5 milioni di unità fino a 43 milioni: questa crescita dovrebbe continuare anche nel 2015. Tuttavia, Orr crede che Samsung sia un po’ più vulnerabile rispetto ai suoi concorrenti e dovrà fare alcune mosse per respingerli. “Samsung ha tagliato la sua offerta negli Stati Uniti. Ogni volta che vede una nicchia inesplorata nel mercato realizza nuovi prodotti per colmarla e questo può causare una situazione di sovraccarico”, ha detto.

Nel complesso, il mercato dei tablet è cresciuto nel 2014. Anche se a un ritmo più lento rispetto agli anni precedenti, IDC ha visto una crescita del 7,2% per un totale di 235,7 milioni di unità vendute, includendo anche i tablet PC due-in-uno in questo calcolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti