AndroidBlackberryiOS

BlackBerry all’assalto del software su iOS e Android

Il nome di BlackBerry potrebbe non avere più alcun valore nel mercato della telefonia mobile, ma nel settore del software e del business è ancora un marchio rilevante in lizza per i grandi contratti. Al fine di conquistare più clienti ed espandere la propria attività software, BlackBerry ha rivelato che continuerà a lavorare sulle tecnologie multipiattaforma e smetterà di mantenere alcuni dei servizi di sicurezza su BB 10.

“Questa è solamente un’evoluzione molto naturale di portare il nostro sistema operativo, assieme alle superfici e ai livelli di sicurezza su altri dispositivi, in modo che il nostro mercato non sia solo quello dei ‘dispositivi BlackBerry’, bensì di tutti i dispositivi”, ha dichiarato il capo di BlackBerry John Chen in una conference call durante il Mobile World Congress.

blackberry-ios-android-informatblog

Chen è ancora fiducioso il suo business hardware troverà un posto nel mondo mobile, forse continuando a fare appello ai fan di Blackberry e ai dirigenti aziendali ancora troppo spaventati per passare a iOS e Android, ma sembra che Chen sappia bene che la sua azienda non sarà più importante come in passato.

Offrire del software invece potrebbe rendere BlackBerry non solo un’attività valida ma anche proficua, considerando che software e abbonamenti sembrano avere un profitto elevato, soprattutto nel settore delle imprese.

BlackBerry ha già diversificato le proprie piattaforme quando ha lanciato BBM su Android e iOS, guadagnando oltre 100 milioni di utenti in tutto il mondo. Il servizio è estremamente popolare in alcune parti povere del mondo, in cui BlackBerry sembra essere un marchio notevolmente apprezzato.

Android for Work è stato recentemente pubblicato in collaborazione con BlackBerry, mostrando che l’azienda può mettere le rivalità del passato alle spalle per lavorare sui contratti aziendali con Google e altri concorrenti.

Eppure, è un po’ preoccupante che BlackBerry stia essenzialmente abbandonando tutti i suoi software per una maggiore integrazione su iOS e Android. Non ha molto appeal così com’è, e offrendo tutti i servizi su piattaforme più ampiamente disponibili potrebbe farla diventare una società di software completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti