AndroidBlackberryiOS

BlackBerry BES 12: strumenti e servizi sicuri per iOS e Android

BlackBerry ha offerto maggiori dettagli su BlackBerry Enterprise Service 12 (BES 12) in un evento aziendale tenutosi a San Francisco giovedi, precisando la sua visione incentrata sui servizi. A fronte del calo della sua quota di mercato e della forte concorrenza, BlackBerry sta adottando un approccio proattivo verso il multipiattaforma.

Secondo l’articolo originale di CNET, BES 12 supporterà i dispositivi iOS e Android e i BlackBerry, portando i servizi di sicurezza BlackBerry alle piattaforme concorrenti. Questo include una collaborazione tra BlackBerry e Samsung che vedrà i servizi di crittografia di BlackBerry end-to-end che rinforzeranno i dispositivi Android di Samsung. BlackBerry ha anche annunciato alcuni nuovi servizi per rendere più corto il divario tra dispositivi aziendali e personali, e rendendo la collaborazione un po’più facile.

Autenticazione VPN per BlackBerry

demo-vpn-blackberry-informatblog

BlackBerry richiama il suo nuovo servizio di autenticazione VPN come “un nuovo modo di collegare i dipendenti ai dati aziendali.” In superficie, è praticamente l’autenticazione a due fattori. Nella dimostrazione mostrata, ad un dipendente che tenta di accedere alla rete VPN viene richiesto di confermare la sua identità sul telefono cellulare – un tocco rapido ed è dentro.

Il servizio funziona su smartphone iOS, Android e BlackBerry 10, a condizione che i dispositivi siano già gestiti dal reparto IT di un’azienda con BlackBerry BES 12. Blackberry afferma che questa soluzione in gran parte mira ad eliminare la necessità di chiavette di accesso che generano codici numerici casuali.

Sembra tutto molto semplice, e questo è in gran parte il punto della questione. Vediamo un semplice tocco, ma le persone responsabili della gestione della rete aziendale hanno un controllo immediato e reattivo su chi ha accesso alla VPN, aggirando le occasionali chiavette perdute e il mal di testa conseguente. Esso permetterà anche loro di concedere o revocare l’accesso, e ciò potrebbe rivelarsi utile se uno smartphone venisse smarrito o compromesso in modo rapido.

WorkLife per BlackBerry

Le politiche Bring Your Own Device (BYOD) – ossia portare il proprio dispositivo a lavoro, computer portatile, smartphone o tablet che sia – rimangono popolari nei luoghi di lavoro, e mentre BlackBerry presumibilmente preferisce che tutti utilizzino il proprio dispositivo, BES 12 è focalizzato su una visione multipiattaforma. A tal fine, WorkLife ha lo scopo di aiutare le aziende a mantenere le attività sicure, pur consentendo ai dipendenti di utilizzare dispositivi di cui sono a conoscenza. E’una sorta di carta SIM virtuale: il servizio separa i dati personali dai dati di lavoro su un dispositivo, mantenendo tutto, dai file ai contatti, completamente separato.

Si va un po’oltre la semplice creazione di compartimenti stagni, però. Considerate le bollette telefoniche: con WorkLife, i numeri di telefono personali e di lavoro sono entrambi indirizzati allo stesso dispositivo. Se si effettua una chiamata a un contatto di lavoro, o mediante la propria linea aziendale, l’azienda riceve il conto – lo stesso vale per navigazione mobile e dati.

demo-notifiche-blackberry-informatblog

WorkLife funziona consentendo di passare da una modalità di lavoro ad una personale, con la semplice pressione di un tasto. Nella demo mostrata, una notifica su un telefono Android ha mostrato chiaramente in quale modalità si trova il telefono, in modo da poter essere sicuri che l’azienda paghi automaticamente per qualsiasi utilizzo. Naturalmente questo non è limitato ai programmi BYOD; BlackBerry ha detto che le società che forniscono dispositivi ai dipendenti potrebbero permettere anche linee personali da aggiungere a un dispositivo aziendale.

BBM Meetings

demo-meeting-blackberry-informatblog

BBM Meetings sembra la chat di gruppo già disponibile in BBM, ma in realtà è uno strumento di collaborazione a pieno titolo che sembra piuttosto interessante. Si tratta di una app disponibile per iOS, Android e BlackBerry 10, così come PC Windows e Mac. Offre la funzionalità di chat di base prevista, ma può trasformarsi in un software per le video chat in stile Skype con la semplice pressione di un pulsante. La persona che inizia l’incontro diventa l’host ed ha i poteri di moderazione, come la possibilità di disattivare gli altri o buttar fuori le persone dalla chat.

In riunione sarete in grado di condividere file, condividere lo schermo con i partecipanti in modo da poter vedere esattamente ciò che è sullo schermo, e anche le presentazioni. Meglio ancora, partecipare a una BBM Meeting è semplice come rispondere al telefono: quando un incontro pianificato sta per iniziare, riceverete una chiamata che vi indirizzerà alla chat.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti