Blackberry

BlackBerry pronta a svelare un nuovo dispositivo Android

Con le vendite basse come non mai, l’amministratore delegato di BlackBerry John Chen dice di aver trovato un modo diverso per vendere i suoi dispositivi. Per la prima volta nella storia di BlackBerry, l’azienda venderà uno smartphone che gira su un software di qualcun altro. BlackBerry rilascerà il telefono Priv entro la fine dell’anno, che utilizzerà il popolare sistema operativo Android di Google.

La decisione è stata controversa in BlackBerry, ha detto Chen in un’intervista, ma affronta uno dei problemi più grandi di marketing che BlackBerry ha dovuto affrontare: i suoi telefoni mancano di alcune delle app e giochi più popolari utilizzati dalla maggior parte dei clienti e anche dalle aziende. “Ora le app non saranno più una scusa per non comprare il nostro telefono”, ha detto Chen. “Vedremo come va”.

In mezzo a tutti i problemi finanziari degli ultimi anni, la mancanza di app di BlackBerry è stata una spina nel fianco. App popolari, dal servizio di dating Tinder a Candy Crush, non sono state disponibili per anni. Chen ha cercato di eliminare questo problema lo scorso autunno in una partnership con Amazon per offrire migliaia di app integrate per il sistema operativo Android. La sua speranza era che lo store di Amazon avrebbe visto la sua selezione app moltiplicarsi rapidamente dopo il lancio del Fire Phone lo scorso anno.

blackberry-android-informatblog

“Mi auguravo con tutto il cuore che Amazon avesse avuto successo con il loro telefono cellulare”, ha detto Chen. Ma quando le vendite del primo dispositivo di Amazon non sono decollate, Chen è rimasto in una partnership non così ideale come aveva sperato: molte app, come Netflix e snapchat, non erano ancora presenti.

BlackBerry spera che il nuovo Priv darà un’altra spinta verso uno smartphone che compete con i migliori rivali, nonostante alcuni analisti abbiano consigliato all’azienda a chiudere il suo sviluppo hardware. Ma Chen è rimasto un convinto sostenitore dei telefoni BlackBerry, in parte perché clienti come agenzie governative e altre potenze utilizzano il dispositivo.

Ma l’amministratore delegato prevede di prendere una decisione definitiva sull’opportunità di staccare la spina sull’hardware BlackBerry durante il prossimo anno fiscale, dopo che il Priv sarà uscito sul mercato. “Non mi piace la gestione di un’impresa in perdita”, ha detto. Se l’introduzione del sistema operativo Android migliorerà le vendite di telefoni BlackBerry resta ancora da vedere.

I risultati finanziari del secondo trimestre hanno mostrato che Blackberry sta ancora lottando. La società ha registrato un utile di 51 milioni di dollari per i tre mesi chiusi al 29 agosto, un miglioramento rispetto alla perdita netta dell’anno precedente di 207 milioni di dollari. Ma non è stata all’altezza delle aspettative, con una perdita aggiustata di 66 milioni di dollari o 13 centesimi per azione – peggio dei nove centesimi per azione che erano stati stimati. Il fatturato del trimestre è sceso del 46% rispetto a un anno fa, a 490 milioni di dollari, ben al di sotto delle stime degli analisti di 611 milioni di dollari e dei 658 milioni di dollari registrati da BlackBerry nel trimestre precedente conclusosi a maggio.

Le vendite di telefoni BlackBerry hanno continuato il loro declino, scendendo a sole 800.000 unità in tutto il mondo, un ulteriore calo dagli 1,1 milioni di telefoni venduti nel primo trimestre dalla società. Chen si è concentrato sulla rielaborazione dell’attività di BlackBerry fin da quando è diventato CEO nel mese di novembre del 2013, ponendosi come obiettivi una gestione dei costi stretta e produzione di smartphone più economici. Il rafforzamento delle licenze software e dei ricavi provenienti da servizi sono state anche parte delle priorità di Chen. Ha detto che i ricavi per quella parte di business sono cresciuti del 19% a 74 milioni di dollari nel corso del trimestre.

Ma non basta: la società ha emesso diffusi avvisi di licenziamento alla sua forza lavoro questa estate. Nel corso delle ultime settimane, tali riduzioni si sono concentrate sui tagli profondi allo sviluppo hardware e alla produzione in quanto adesso c’è una priorità più bassa per lo sviluppo di smartphone. Ad alcuni di questi dipendenti è stato detto che perderanno il lavoro a novembre. Le fonti dicono che centinaia di posti di lavoro sono stati tagliati in silenzio durante l’estate, tra cui posizioni di sviluppo software a Ottawa, produzione in Ontario e dipendenti presso la sede principale di BlackBerry a Waterloo.

Chen ha detto ai giornalisti che è “difficile determinare” esattamente quanti dipendenti sono stati licenziati perché le cifre sono complicate da alcune assunzioni e acquisizione di altre società tecnologiche. “Sono sicuro che c’è una riduzione netta, ma non è così grande”, ha detto, rifiutando di fornire dati più specifici. Ha infine osservato che adesso BlackBerry ha circa 3.000 dipendenti in tutte le sue attività in Canada, circa 500 in meno di un anno fa. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti