Altri produttori

Blackphone 2: Lo smartphone costruito per le spie

Silenzio, abbassate la voce, chiudete le persiane e alzate la musica. Qualcuno potrebbe essere in ascolto. Se pensate che il governo vi stia spiando chiamate, e-mail e messaggi, o se lavorate per il governo e siete quindi più o meno sicuri che qualcuno vi stia spiando, allora il Blackphone 2 dell’azienda Silent Circle è il telefono che fa per voi.

In vendita a 799 dollari e progettato da Phil Zimmerman (inventore della crittografia PGP), dall’ex esperto di crittografia di Apple Jon Callas, e dall’ex marine Mike Janke, il Blackphone 2 è lo smartphone più sicuro e privato del mondo. Queste persone non scherzano: ogni telefonata effettuata con il Blackphone è crittografata all’interno della rete basata sul cloud privato di Silent Circle. Quindi anche se i fantasmi nascosti nel furgone nero parcheggiato in fondo alla strada riuscissero a isolare la chiamata, non sarebbero in grado di decifrare quello che state dicendo.

blackphone-2-telefono-spie-informatblog

Tutti i dati memorizzati sul Blackphone vengono automaticamente criptati, quindi se le forze del male conoscessero la vostra password (o se vi mettessero sotto tortura) arriverebbero a informazioni egualmente protette. È possibile creare fino a quattro “spazi” discreti sul telefono, ciascuno con le proprie app, impostazioni, dati e password. Così uno spazio potrebbe appartenere al vostro datore di lavoro, con in esecuzione le sue applicazioni aziendali e la memorizzazione dei dati di lavoro; un altro spazio potrebbe essere dedicato alle applicazioni e alle informazioni personali; un terzo potrebbe essere usato quando ci si sposta in zone note di spionaggio come Cina o Russia; il quarto potrebbe servire alla vostra vita segreta.

Se il telefono cade nelle mani del nemico, o semplicemente non è più necessario uno di questi spazi, è possibile cancellarlo da remoto, lasciando gli altri intatti. E’ anche possibile cancellare i dati da una singola app, una caratteristica che Silent Circle chiama “Brace for Impact“.

L’azienda mantiene anche il proprio piccolo Silent Store, con circa una dozzina di app come un browser privato, app per la gestione dei messaggi di Facebook e così via, che passano i suoi standard di sicurezza rigorosi. In breve, se Edward Snowden possedesse uno smartphone, sarebbe probabilmente un Blackphone 2.

La spia che mi ha registrato

Una delle cose che rende il Blackphone 2 più sicuro rispetto, ad esempio, dei Blackberry tradizionali, è che non c’è nessun luogo centrale in cui vengono memorizzate le chiavi di crittografia. Ogni volta che si effettua una chiamata vocale o un video, una chiave unica viene generata e scambiata tra il ricevitore e il destinatario sulla rete di Silent Circle. Al termine della chiamata il tasto scompare. Le stesse protezioni si applicano ai messaggi di testo e ai trasferimenti di file attraverso la rete.

Per i più esperti di sicurezza, questa tecnologia è nota come Zimmerman Real Time Transfer Protocol, o ZRTP. In passato governi ostili hanno chiesto l’accesso ai server di chiavi per decifrare chiamate e messaggi di privati cittadini. Con il Blackphone 2 sarà impossibile. Nessun server, niente spionaggio. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti