SoftwareXbox One

Che cosa significa Windows 10 per PC e Xbox One

Dopo mesi di voci e aspettative, Windows 10 è finalmente uscito, portando una nuova era del mondo dei sistemi operativi per computer in tutto il mondo. Sotto lo slogan “è Windows ma è meglio” Microsoft promette una serie di caratteristiche interessanti, dal ritorno del menu Start all’arrivo di Cortana, l’assistente digitale multi-piattaforma che promette di essere davvero utile.

Dimenticate tutto questo, però, perché la vera domanda è: cosa significherà Windows 10 per i giochi e giocatori? Ecco le caratteristiche principali e come influenzeranno i proprietari di PC e Xbox One.

Xbox Live su PC

Windows 10 metterà una app Xbox Live sul vostro PC, che vi darà accesso alla lista dei vostri amici Xbox, ai risultati, messaggi e feed, così sarete in grado di tenere d’occhio i vostri compagni di console quando non siete alla console. L’obiettivo di Microsoft è quello di fornire un archivio unificato per sviluppatori e editori, il che un giorno potrebbe significare che saranno in grado di caricare un singolo gioco su Xbox Live, e verrà eseguito sia su PC che su console.

windows-10-pc-xbox-one-informatblog

La società è fermamente convinta che non vuole competere con Steam anzi, sul nuovo articolo sul sistema operativo, il blog di Microsoft Wire ha fatto capire che i giochi Steam, Gog e Battle.net saranno tutti visibili e accessibili nella app Xbox. Tuttavia, ciò che sicuramente sta cercando di fare è rendere conveniente per i creatori di giochi di operare all’interno di Windows 10. L’idea di essere in grado di caricare una app accessibile da console, PC, tablet e smartphone sarà molto seducente.

Altrove, i proprietari di PC saranno in grado di trasmettere i giochi in streaming dalla loro console Xbox One a PC e tablet con Windows 10 tramite una rete wireless locale, comodo se si vuole giocare ad Halo 4 ma qualcun altro sta monopolizzando la TV. L’applicazione fornisce anche il pacchetto Game DVR di Microsoft che permette ai giocatori di registrare e condividere filmati di gioco. Speriamo la società colga l’occasione per semplificare questo processo però, dato che i proprietari di Xbox One attualmente hanno bisogno di importare i video Game DVR in un’altra app, Upload Studio, per registrare la voce fuori campo prima di caricare il filmato su Microsoft OneDrive. Sappiamo che potrete condividere le clip salvati attraverso PC e Xbox One, potrete usarel con i giochi per PC a cui state giocando attraverso Steam e altri servizi.

In ogni caso, Windows 10 è anche compatibile con il controller Xbox One standard ed il nuovo pad Elite. Ci sarà anche un adattatore wireless disponibile per non dover collegare un cavo micro USB.

Windows 10 su Xbox One

L’attuale console di Microsoft è destinata ad avere un grande aggiornamento in autunno, che includerà un design migliorato del cruscotto e multiplayer migliore. A quanto pare, sarà più facile trovare informazioni utili sui giochi, e scoprire nuovi titoli che potrebbero essere di vostro interesse in base a quello a cui avete già giocato.

Il sistema rende anche più facile l’accesso a cose come lista amici, inviti e messaggi all’interno di un gioco. Microsoft sta anche costruendo gli elementi della comunità, migliorando il feed delle attività degli amici e aggiungendo una sezione su cosa sta andando forte su Xbox Live, in modo da sapere a cosa chiunque altro al mondo sta giocando. Questo è abbastanza promettente, vista anche la dashboard attuale, un po’ ottusa.

Multiplayer cross-platform

Grazie a Windows 10, sarà possibile per gli sviluppatori di realizzare giochi con multiplayer cross-platform: i giocatori Xbox One saranno in grado di rivaleggiare contro i giocatori PC. Questa caratteristica è stata disponibile per alcuni titoli in passato, ma senza grande supporto a livello di sistema. Ma le cose potrebbero cambiare: Micrsoft ha nominato titoli tra cui Fable: Legends e Gigantic che supporteranno questa funzionalità. I giocatori avranno anche la possibilità di salvare i loro progressi di gioco tra macchine diverse, così potranno giocare una partita per tutto il giorno sul PC, quindi riprendere da dove hanno lasciato su Xbox One.

Direct X 12

Questa è la nuova versione delle API e SDK Microsoft, per aiutare i programmatori a ottenere il massimo dall’hardware dei PC. L’azienda dice che DirectX 12 incrementerà significativamente le prestazioni grafiche sull’hardware corrente, e funziona con i principali motori grafici come Unity3D e Unreal Engine 4.4. I benefici sono piuttosto tecnici ma includono un aggiornamento per l’elemento Direct3D che darà ai programmatori un accesso maggiore all’hardware grafico, che dovrebbe a sua volta significare un rendimento più ottimizzato.

La nuova API comprende anche una nuova funzionalità GPI Multiadaptor. Ciò consente ai programmatori di migliorare le prestazioni attraverso la condivisione di task tra il chipset grafico integrato nella CPU del PC e qualsiasi scheda grafica installata di Intel, AMD o Nvidia. In altre parole, tutto l’hardware grafico sarà in grado di funzionare assieme nel vostro sistema. Microsoft ha affermato che oltre 100 sviluppatori stanno già integrando supporto Direct X, tra cui Gears of War: Ultimate Edition. Tuttavia, il numero di giochi che implementano queste funzioni dipenderà da quanti giocatori aggiorneranno a Windows 10.

Per quanto riguarda Xbox One, con DirectX 12 si aprirà il supporto per shader asincroni che accelerano il rendering grafico diffondendo compiti su più thread – PlayStation 4 supporta già questa tecnica. Sembra anche che DirectX 12 fornirà agli sviluppatori metodi più efficaci per utilizzare la memoria di sistema eSRAM, anche se i benefici sono al momento poco chiari.

Supporto Android (e forse anche iOS)

Un elemento sconosciuto ma potenzialmente interessante per Windows 10 è il supporto per Android. Secondo Byron Atkins Jones, programmatore che attualmente sta lavorando sul gioco Caretaker, il sistema operativo consente di eseguire applicazioni Android sul PC. “Hanno dimostrato questa funzionalità sul palco durante la recente conferenza Build”, dice. “Sono davvero sorpreso che nessuno ne parli perché è un fatto di enorme importanza: si apre un mondo completamente diverso di giochi per Windows 10”.

“Microsoft ha anche parlato di iOS, anche se non è facile come eseguire un APK (un file dell’applicazione Android). Hanno replicato le API iOS in Visual Studio, il che significa che è possibile aprire un progetto app iOS in Visual Studio, convertirlo in un progetto C++ e compilarlo direttamente su Windows. Hanno mostrato questa funzionalità dal vivo sul palco durante il keynote Build, lasciando intendere durante un’altra presentazione che in questo modo King è stata in grado di portare i suoi giochi su Windows 10 molto velocemente”. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti