Guide

Come aumentare la durata della batteria del vostro smartphone in 5 mosse

Scattare una foto. Inviare un sms. Giocare una partita. Controllare la posta elettronica. Effettuare una chiamata. Ottenere indicazioni stradali. Poi, all’improvviso, tutto questo rischia di finire in un istante. Un avviso di batteria bassa sullo smartphone o sul tablet è l’unico avvertimento che la maggior parte delle persone prende sul serio. Una batteria morta non deve più succedere anche a voi, disattivando alcune caratteristiche e modificando di alcune impostazioni potrete dare alla vita della batteria del vostro dispositivo una spinta verso l’alto impensabile, questa guida vi spiega come aumentare la durata della batteria del vostro smartphone in 5 mosse.

1. Sia fatta (meno) la luce

Uno dei più grandi processi che assorbono la batteria è lo schermo del vostro dispositivo, in particolare per gli smartphone di grandi dimensioni. Più a lungo lo schermo è acceso e il più luminoso è, più velocemente la batteria termina. Questo ha un senso: qualcosa deve pur alimentare i pixel. Android, iOS e Windows Phone regolano automaticamente la luminosità dello schermo per voi sulla base di due cose: la luce nella stanza e per quanto tempo lo schermo è acceso. Riprendetevi il controllo e provate a impostare lo schermo scuro fin tanto che riuscite a leggere un testo. Oscurare lo schermo tra l’altro è comune tra gli adolescenti, rende davvero difficile per mamma e papà per vedere cosa sta succedendo sul proprio telefono o tablet.

aumentare-durata-batteria-informatblog

Disattivare i segnali

I vostri dispositivi comunicano un sacco in background. Controllano le nuove e-mail, messaggi di testo, segnali Wi-Fi, segnali Bluetooth, posizione e altro ancora. Questa attività fa molto per assorbire la durata della batteria, così dovrete spegnere tutto ciò che non state utilizzando.

Il servizio di localizzazione è un’altra caratteristica che assorbe batteria. Esso utilizza il GPS, il Wi-Fi e i ripetitori per mostrare alle app la vostra posizione. Nelle impostazioni, è possibile specificare quali applicazioni hanno accesso ai servizi di localizzazione.

Conoscere le applicazioni installate

Non tutte le app sono efficienti sotto l’aspetto della durata della batteria come vorreste. Alcune applicazioni iOS ad esempio eseguono continuamente in background anche quando non sono in uso. In Android, potrete invece vedere quali applicazioni fanno scaricare la batteria più di altre sotto Impostazioni >> Altro >> Batteria. Potrete quindi chiudere le applicazioni o disinstallarle per risolvere il problema.

Sia per iOS e Android, è possibile scaricare e installare applicazioni di gestione della batteria gratis come Battery Saver. Esso ad esempio controlla il telefono per vedere quali applicazioni stanno consumando la batteria, e ciò rende facile sbarazzarsi di esse o disattivarle quando non sono necessarie.

Disattivare le notifiche

Un altro modo per migliorare la durata della batteria è di fermare il flusso costante di notifiche e aggiornamenti da Facebook, e-mail, giochi, siti e applicazioni. Il telefono le scaricherà automaticamente quando è connesso a Internet, e possono avere un impatto notevole sulla durata della batteria. Per interrompere aggiornamenti via email in iOS 7, cambiare le impostazioni e-mail da “push” a “fetch”. Se ad esempio state ricevendo milioni di aggiornamenti di Candy Crush, disattivare queste notifiche per risparmiare batteria.

Su Android dovrete disattivare le notifiche nel menu delle impostazioni per ogni singola app. Se si disattivano le notifiche per e-mail o social media, sarà comunque possibile controllarle manualmente.

Modalità di risparmio batteria

Un modo rapido per estendere la vostra batteria è quello di mettere il vostro dispositivo in modalità aereo. Se la modalità aereo è troppo limitante, alcuni telefoni dispongono di una modalità di risparmio batteria specifica. Questa spegne servizi non essenziali, come Wi-Fi, il controllo automatico delle mail, alcuni aggiornamenti e molto altro. Per fare un esempio estremo, il Galaxy S5 di Samsung attiva un risparmio energetico su misura per il sistema operativo e fondamentalmente funziona solo per le telefonate e messaggi.

Su Android, andate nelle impostazioni e attivate “Modalità risparmio energetico”. In Windows Phone, andate fino all’elenco delle applicazioni >> Impostazioni e selezionate “risparmio di batteria”.

Conclusioni

Questi suggerimenti sono ottimi per adesso, ma sia iOS 8 che e Android L sono in arrivo entro la fine dell’anno. iOS 8 migliorerà il monitoraggio per l’utilizzo della batteria per dare un maggiore controllo, simile a quello che Android ha ora.

Android L sta subendo per adesso serie modifiche al modo in cui utilizza la batteria su tutta la linea. Nei primi test, la durata della batteria è migliorata di oltre il 30 % rispetto alla versione attuale di Android.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti