Guide

Come evitare il rimorso dopo l’acquisto di un tablet

Da un tablet a 8 pollici con Windows 8.1 passando per iPad a phablet, gli acquirenti di tablet hanno più opzioni che mai in questa stagione di shopping natalizio. Seguite questi suggerimenti per evitare errori nell’acquisto.

Comprare un nuovo tablet prima era facile. C’era l’iPad, alcuni bei tablet Android di grandi aziende, e alcuni tablet Android economici da società di cui non si era mai sentito parlare. Ma oggi non è più così. Oggi, è possibile scegliere tra cinque modelli iPad, sette se si è disposti a prendere in considerazione l’usato. L’iPad Air 2 al suo massimo splendore costa 569 euro, ma con l’iPad Mini è ora disponibile a 249 euro: la gamma di iPad non è solo più grande ma anche aperta a una più ampia gamma di tasche rispetto a prima.

Nel frattempo, anche i principali concorrenti dell’iPad, ossia i tablet Android, sono esplosi in numero e scelte. I tablet Android ora sono disponibili in tutte le forme e dimensioni, da tablet economici da 7 pollici a modelli costosi con schermi paragonabili a computer portatili. I tablet Android più belli sono dotati di ottima tecnologia e software aggiuntivo per rivaleggiare con l’iPad.

La crescente diversità dei tablet Windows complicano ulteriormente la vostra decisione. I primi Windows 8 due-in-uno, ossia gli ibridi come il Surface Pro originali, erano costosi e goffi. Ora, i due-in-uno con Windows costano meno dell’iPad più economico. Gli ibridi costosi sono più sottili, più leggeri e più potenti che mai, sfidando l’idea che tablet e laptop devono essere dispositivi separati. L’ibrido non è il vostro stile? Tablet Windows 8.1 sono in vendita a meno di 100 dollari.

Le opzioni sono da capogiro – e siamo appena all’inizio. Ma non temete. Abbiamo delineato i punti importanti da tenere in considerazione prima di tirare fuori la carta di credito.

Il costo non è tutto

La maggior parte delle persone entra negozio con un tetto massimo di spesa in mente, che può far venire la tentazione di andare verso i migliori sconti o i dispositivi più economici. Ma attenzione; se qualcosa sembra troppo bello per essere vero, probabilmente lo è. Piuttosto che lasciare che il prezzo più basso vi guidi, prendete in considerazione ciò che volete ottenere dal vostro acquisto.

shopping-tablet-informatblog

Se siete alla ricerca di un dispositivo singolo che faccia tutto, potreste essere tentati da uno dei nuovi due-in-uno con Windows 8.1 a basso costo, molti dei quali valgono davvero il loro prezzo. Alcuni di questi dispositivi andranno bene per la produttività, ma pochi di essi, nonostante il loro supporto per applicazioni desktop, offrono la potenza di calcolo di un PC tradizionale. Un tablet da 200 euro può completare il vostro PC esistente o dare intrattenimento ai bambini. Ma se sperate che un tablet economico vi dia la stessa potenza di un computer portatile da 800 euro, rimarrete delusi.

Attenzione agli stereotipi sui tablet

Non prendete la saggezza convenzionale sui tablet come vangelo. Gli iPad, per esempio, sono noti per la loro costruzione di alta qualità, l’interfaccia utente intuitiva e la grande scelta di applicazioni. Ma dato che Apple non fornisce una tastiera e l’iPad non ha una porta USB, alcuni hanno decretato che gli iPad sono troppo limitati per il “vero lavoro”.

I tablet Windows 8.1 e i due-in-uno sono stereotipati, grazie alle loro porte USB e tastiere collegabili, come i migliori la produttività stile laptop con una portabilità quasi da tablet. Allo stesso tempo, i tablet Windows sono pensati per far bene compiti semplici, ma non in grado di fornire un’esperienza “tablet puro” dell’iPad.

I tablet Android, nel frattempo, sono noti per andare da dispositivi a prezzo stracciato che eseguono vecchuie versioni del sistema operativo fino ai modelli premium che rivaleggiano con gli iPad. I produttori di tablet Android è più probabile che sperimentino nuove tecnologie prima di Apple – NFC, supporto stilo, dimensioni dello schermo più grandi, telecamere di profondità.

Tutte queste generalizzazioni sono utili ma dovete rimanere flessibili. Usate l’idea che i PC sono per lavoro, mentre i tablet sono per l’intrattenimento. Questo stereotipo è vero in generale; se si utilizza Photoshop ogni giorno, per esempio, allora si ha bisogno della potenza di un computer. Ma se lavorare per voi significa creare presentazioni, lavorare su foto, o rimanere in contatto con i colleghi in viaggio, allora iPad e tablet Android hanno il diritto di essere produttivi. Allo stesso modo, la nozione popolare che i due-in-uno con Windows sono più laptop che tablet tradizionali potrebbe rivelarsi falsa per voi se avete bisogno di caratteristiche touch, come l’impressionante penna digitale del Surface Pro 3.

I tablet non sono prodotti isolati

Molte applicazioni – come Twitter, Skype e Microsoft Office – sono disponibili per l’acquisto, non importa che tipo di tablet acquistate. Tenete a mente, però, che alcuni tablet funzionano meglio con i dispositivi dello stesso produttore. Mac e iPad di Apple, per esempio, possono perfettamente gestire assieme alcuni compiti, come ad esempio la composizione delle e-mail tra i dispositivi. Allo stesso modo, è più facile sincronizzare il contenuto da un dispositivo Windows 8.1 a un altro che sincronizzare tra un tablet Windows e un Mac.

Risoluzione non è tutto

I produttori di Tablet tendono a glorificare la risoluzione dello schermo, ma il numero di pixel non è tutto. I grandi schermi devono avere alta risoluzione per rendere il testo nitido, riprodurre filmati HD e così via – ma il relativamente piccolo schermo di un tablet non ha bisogno di un numero esagerato di pixel. Oltre alla risoluzione, assicuratevi di prendere in considerazione qualità come il colore e la precisione; non vi servirà a niente uno schermo ad alte caratteristiche se rende i toni della pelle giallastra. Luminosità, angoli contrasto e visualizzazione sono importanti; in generale, schermi IPS e AMOLED, che hanno opzioni meno costose, sono desiderabili.

Il rapporto dello schermo è un’altra considerazione. Gli iPad presentano uno schermo 4:3, facile da tenere e ideale per il funzionamento in modalità ritratto, ma non va bene per la visione di film in modalità orizzontale, perché i video sono in genere 16:9. Il Surface 2, al contrario, ha uno schermo 16:10 che gestisce bene i video, ma è goffamente alto e ingombrante quando si usa in modalità verticale. Il Surface Pro 3 ha un rapporto di 3:2 e rende il dispositivo come un blocco note tra le mani, integrando le funzioni della penna digitale.

Un phablet potrebbe essere migliore di un tablet

Se si considera lo smartphone un dispositivo indispensabile, un phablet potrebbe essere un investimento migliore di un piccolo tablet. L’iPhone 6 Plus da 5,5 pollici si avvicina alla dimensione dell’iPad Mini a 7,9 pollici, per esempio, con uno schermo migliore e un processore più recente. Il Samsung Galaxy Note 4 basato su Android, nel frattempo, non solo offre uno schermo Quad-HD da 5,7 pollici, ma anche il supporto stilo.

Non lesinare sullo spazio

I tablet più economici di solito hanno solo 16 GB di memoria integrata. Se si prevede di memorizzare molte canzoni, film o applicazioni sul tablet, 16 GB non vi porteranno molto lontano. Gli iPad affrontano sfide particolari qui; a differenza di tablet Windows e alcuni modelli Android, agli iPad mancano porte USB e slot per schede SD. Ma la memorizzazione su un iPad non è un problema sugli ultimi modelli, che arrivano con 64 GB o 128 GB di storage interno.

Se si sceglie un tablet con solo 16 GB di spazio di archiviazione, potrete sempre memorizzare alcuni dati sul cloud, a volte gratuitamente. Per esempio, Apple offre 5 GB di spazio gratuito su iCloud. Inoltre, molte tablet Windows a basso costo vengono venduti con abbonamenti di un anno gratuito per Office 365, che include l’archiviazione Microsoft OneDrive illimitata.

Il supporto dati è bello ma costoso – di solito

La maggior parte delle persone si connettono a reti WiFi per usare i loro tablet, sia a casa, che in ufficio, o al bar. Ma se volete che il vostro tablet vi lasci connessi tutto il tempo per mantenervi produttivi o divertirvi ovunque siate, avrete bisogno di un modello dotato di supporto dati. Questi tablet sono di solito più costosi; un iPad Air 2 LTE-enabled costa 100 euro in più della versione solo WiFi, per esempio. Oltre a questo, dovrete pagare per un piano dati mensile. L’eccezione è la serie HP Stream da 7 e 8 pollici con Windows 8.1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti