GuideiOS

Come installare iOS 8 (ma è ancora troppo presto per farlo?)

Apple iOS 8 non sarà rilasciato ufficialmente fino alla fine di quest’anno, ma è tuttavia possibile installarlo già da ora sui vostri iPhone e iPad, chiunque abbia un dispositivo iOS può infatti scaricare, installare ed eseguire iOS 8 fin da oggi. Non sarà la versione completa, attesa al debutto intorno a ottobre, ma piuttosto una versione beta per gli sviluppatori software. Una beta è una versione prova di un prodotto software che si trova nelle fasi finali dello sviluppo, e Apple utilizza i feedback degli sviluppatori che usano le versioni beta per fare gli ultimi ritocchi sui sistemi operativi e sulle applicazioni.

Se desiderate provare iOS 8 o diventare un beta-tester per Apple, potrete farlo utilizzando la procedura descritta di seguito. E’ un processo relativamente semplice, anche se non si dovrebbe tentare se si dispone di un solo dispositivo Apple o se siete preoccupati per incidenti e altre cose rischiose che possono capitare al vostro dispositivo.

Preparazione

Per prima cosa è necessario registrarsi come sviluppatore iOS per accedere alla versione beta del software di Apple e alle beta dei sistemi operativi. È possibile iscriversi tramite il Developer Center della società utilizzando il vostro ID Apple, pagando una quota annuale di 99 dollari. A questo punto dovrete trovare un dispositivo completamente carico per eseguire la beta iOS 8: È possibile utilizzare un iPhone 5S, iPhone 5C, iPhone 5, iPhone 4S, iPad Air, iPad Mini (entrambe le generazioni), la quarta generazione di iPad, terza generazione di iPad, iPad 2, e la quinta generazione di iPod Touch. Il dispositivo deve essere completamente carico per completare con successo il download della beta e l’installazione.

Nota: Assicuratevi di avere un dispositivo da usare esclusivamente per la versione beta di iOS 8. La maggior parte dei programmi di beta-testing consentono agli sviluppatori e agli utenti di sperimentare appieno il nuovo software così come trovare gli errori e inviare feedback alle aziende. Le versioni beta dei sistemi operativi avranno quindi molti bug, non si dovrebbe mai eseguire un sistema operativo beta sul vostro dispositivo principale o personale, perché si corre il rischio di bloccare o mandare in crash crash il dispositivo.

È necessario aggiornare iTunes per scaricare la versione beta di iOS 8, ma si dovrebbe anche usare iTunes e iCloud per il backup del dispositivo. La beta potrebbe provocare il crash, e potreste voler fare un rapido recupero con il backup archiviato in iTunes. Secondo la documentazione di Apple, è inoltre necessario eseguire il backup del dispositivo di prova con il nuovo ambiente beta iCloud sia per iOS beta 8 sia per Mac OS X Yosemite.

Download e installazione

Registrate il vostro dispositivo con il suo Unique Device Identifier (UDID): l’UDID del dispositivo è una stringa di 40 caratteri, come un numero di serie per il dispositivo di test. Utilizzando l’UDID, è necessario registrare e autenticare il dispositivo attraverso l’iOS Development Center. Se vi rifiutate di autenticarvi, non sarà possibile completare l’installazione della beta di iOS 8.

Per trovare l’UDID del dispositivo, è sufficiente collegare il dispositivo ad iTunes. È necessario fare clic sull’icona del dispositivo nell’angolo in alto a destra, quindi visualizzare la scheda Riepilogo e selezionare il numero di serie. Una volta terminato, inserire l’UDID nel campo corretto sull’iOS Developer Center. Apple poi vi chiederà di scaricare la versione corretta della beta di iOS 8 per il dispositivo, ma dovrete prima selezionare il modello di dispositivo dall’elenco fornito. È possibile determinare il modello del dispositivo utilizzando le pagine di supporto di Apple per iPhone e iPad.

Potrete adesso scaricare la versione beta di iOS 8: andate sull’iOS Developer Center sul vostro computer desktop e scaricate la versione corretta della beta di iOS 8 per il vostro dispositivo. Se avete seguito il passo precedente, vi sarà già stato richiesto di scaricare la versione beta. Una volta lanciata la beta, avrete a disposizione un pacchetto DMG compresso. Dopo averlo scaricato decomprimetelo, ed avrete quindi a che fare con un file con l’estensione .IPSW.

Collegate il dispositivo al computer e aprite iTunes: aprendo iTunes, dovrete tenere premuto Maiusc (Alt su Mac) e fare clic sul pulsante Ripristina iPhone (che si trova sulla scheda Riepilogo del dispositivo, accanto a Verifica aggiornamenti); individuate e selezionate il file .IPSW scaricato in precedenza, premete il pulsante di opzione o fate clic destro del mouse per aggiornare (non ripristinare) il sistema operativo del dispositivo in iTunes. Una finestra si aprirà, utilizzatela per trovare il file IPSW di iOS 8 beta, e una volta selezionato il processo di installazione iOS 8 avrà inizio. Aspettatevi che finisca in circa 10 minuti.

E questo è tutto.

E’troppo presto?

Se avete seguito i passaggi precedenti ora vi troverete in esecuzione iOS 8, o insomma la versione beta. Non stupitevi se il vostro dispositivo sembra andare a scatti o più lento. La durata della batteria potrebbe anche durare meno del solito. Questi tipi di comportamenti sono comuni con i sistemi operativi beta (quindi, ecco perché vi abbiamo consigliato di non usare il vostro dispositivo principale per questa beta). Buon divertimento, date un’occhiata in giro, giocherellate con iOS 8 e assicuratevi di segnalare i problemi ad Apple ogni volta che li fronteggiate. I vostri rapporti aiuteranno l’azienda a migliorare iOS 8 per il rilascio al pubblico previsto per questo autunno.

Tenete a mente che Apple ha annunciato iOS 8 come l’ottava major release di iOS nel mese di giugno. Anche se il software iniziale in versione beta è disponibile per i test degli sviluppatori, la società prevede di rilasciare diverse altre beta durante l’estate. Ogni nuova release conterrà correzioni, miglioramenti e modifiche – che gli sviluppatori e i tester probabilmente hanno consigliato. Se desiderate eseguire una versione più stabile di iOS 8, semplicemente aspettate ancora qualche mese prima di provare la versione beta. Ricordatevi infine che quando si esegue qualsiasi sistema operativo beta, si deve procedere a proprio rischio e pericolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti