Google

Come integrare Google Maps in iOS ed i 10 consigli di Google

Google Maps iOS 6La risposta di Google ad Apple in merito all’esclusione delle sue mappe da iOS è arrivata qualche giorno fa, presentando una applicazione che, a detta degli sviluppatori, è perfino migliore di quella installata di serie sui dispositivi Android. In questo articolo vedremo come integrare Google Maps con iOS sostituendo l’applicazione di Mappe, in dotazione sui tablet e smartphone di Apple. Inoltre seguiremo i 10 consigli di Google per usare al meglio la sua applicazione.

Integrare Google Maps in iOS (solo per dispositivi Jailbroken)

Questa procedura è rivolta solo agli utenti che hanno effettuato il Jailbreak sul proprio dispositivo.

MapsOpener è un tweak presente su Cydia che permette di rendere Google Maps l’applicazione predefinita di navigazione, andando a sostituire ogni collegamento a Mappe di Apple. Al momento il tweak è compatibile solo con iOS 5, ma non dovrebbe tardare un aggiornamento che estende la sua compatibilità con iOS 6.

I dieci consigli di Google

In questi giorni Google ha pubblicato sul suo sito web dieci consigli per poter sfruttare tutte le potenzialità di Google Maps:

  1. È possibile impostare un segnalibro semplicemente tenendo premuto il dito per qualche secondo sul posto desiderato. Si possono anche ottenere indicazioni sul luogo e navigare fino a destinazione.
  2. Per selezionare la vista Street View, basta tenere premuto il dito sul luogo desiderato, cliccare sulle informazioni e poi selezionare sull’immagine con la dicitura Street View.
  3. Per inviare feedback relativi a qualche informazione errata è sufficiente scuotere il telefono per inviare una segnalazione a Google.
  4. Aprendo la schermata delle attività commerciali, spostando il dito verso destra o sinistra è possibile accedere alle schede dei locali vicini al punto di interesse selezionato.
  5. Effettuando uno swipe a due dita verso sinistra oppure selezionando il tasto in basso a destra, è possibile impostare la visualizzazione satellite, traffico o trasporto pubblico.
  6. Nella modalità di navigazione è possibile, con uno swipe verso sinistra sulla barra del titolo, visualizzare un’anteprima del percorso. Cliccando invece sulla barra di navigazione vengono date informazioni circa il tempo stimato di arrivo ed i chilometri che mancano per raggiungere la destinazione.
  7. Con un doppio click è possibile effettuare lo zoom sulla mappa.
  8. Accedendo alle impostazioni del profilo di Google è possibile impostare velocemente l’indirizzo di casa o dell’ufficio.
  9. Si può modificare l’orientamento di visualizzazione della mappa cliccando sull’icona della bussola.
  10. Una volta effettuato l’accesso con il proprio account di Google, per salvare un luogo come preferito è sufficiente cliccare l’icona a forma di stella dalla schermata info del luogo.

La guerra sulle mappe è appena iniziata, e questo non può far altro che giovare all’utente finale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti