Guide

Come preservare le batterie al Litio

Batterie LitioLa gestione delle batterie al Litio, usate comunemente sui nostri cellulari, è differente rispetto a quelle utilizzate dieci anni fa. Spesso ci lamentiamo che durano poco e per contribuire a migliorare la qualità e la durata, ci sono un po’ di cose da sapere. La vita di questi accumulatori è generalmente limitata nel tempo e possono perdere parte della loro capacità dopo pochi anni. Bastano semplici operazioni quotidiane, come il tempo in cui le lasciamo in carica, come la batteria viene usata e i cicli di ricarica per contribuire ad allungare la vita delle batterie al Litio.

Uno dei più grandi errori che generalmente si commette con una batteria al Litio, è quello di lasciare che si scarichi completamente prima di metterla in carica. Le scariche complete comportano uno sforzo eccessivo della batteria, quindi il consiglio è quello di metterle in carica quando manca non meno del 20%. Il consiglio che posso darvi, dunque, è quello di ricaricare queste batterie più volte in una giornata, magari quando siete a casa e non usate il vostro dispositivo. È consigliato, comunque, effettuare una scarica completa al mese, così che il dispositivo possa ricalibrare il tempo di durata della batteria.

Inoltre, mantenere una batteria al Litio sempre in carica dopo che essa si è caricata al 100% non è un bene, non perché può sovraccaricarsi (come si pensava una volta con i vecchi notebook), ma perché può subire una perdita di capacità, il che significa che non sarà in grado di mantenere gli stessi livelli di carica precedenti (in poche parole si scaricherà più velocemente).

Un altro suggerimento è quello di tenere le batterie lontane da fonti di calore. Usandole per un anno a temperatura ambiente, la capacità potrebbe diminuire del 20%. Le batterie dei notebook sono lasciate per la maggior parte del loro tempo nelle condizioni peggiori: sempre collegate alla presa della corrente anche se cariche al 100% ed in esecuzione ad una temperatura molto elevata. Non si può fare molto per risolvere il problema dell’eccessivo calore, ma il consiglio che si può dare è quello di togliere la batteria dai notebook quando essi vengono utilizzati a casa, collegandoli ad una presa elettrica.

Potrebbe essere utile anche spegnere il computer quando non lo si sta usando, così da non farlo surriscaldare troppo. Per quanto riguarda gli smatphone, i tablet o qualsiasi altro dispositivo che contiene una batteria al litio, il consiglio è quello di tenerli lontani dalla luce diretta del sole, dalle soffitte e da luoghi dove ci sono sbalzi di temperature elevate. Se disponete di una batteria di ricambio per il vostro dispositivo ed essa non viene usata molto, il miglior modo per conservarla è quello di riporla in ambienti freschi con il 40-50% di carica.

Questi sono i principali consigli che dovete seguire se volete far durare di più la vostra batteria. Ovviamente essa non durerà in eterno, ma con dei piccoli accorgimenti eviterete di comprare ogni anno una batteria nuova per il vostro dispositivo. Riassumiamo:

  • Non tenere collegata la batteria sempre all’alimentatore
  • Evitare di scaricare il dispositivo sotto il 20% di batteria
  • Ricaricare più volte la batteria in una giornata
  • Evitare di tenere le batterie vicino a fonti di calore
  • Conservare le batterie in luoghi freschi e con il 40-50% di carica

Via | ArsTechnica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti