Guide

Come pulire il portatile dalle impurità

pulire portatile

pulire portatile

Molto spesso ci troviamo in situazioni di emergenza apparentemente irrisolvibili quando, invece, è sufficiente pulire il portatile, il tutto con poche semplici mosse. Analizziamo la situazione in cui è presente un eccesso di polvere o è caduta dell’acqua (non zuccherata o compromessa da altre sostanze) e urge un imminente intervento.

Solitamente prima di iniziare una qualsiasi operazione di troubleshooting (manutenzione), nel nostro caso pulire il portatile, è consigliabile indossare guanti antistatici e posare il dispositivo su un tappetino dello stesso materiale dei guanti, evitando così ogni incidente. Fortunatamente quelle che descriveremo come operazioni basi, ovvero per situazioni meno critiche, possono essere eseguite anche senza queste precauzioni in quanto non si viene a contatto con la circuiteria interna. Muniamoci di un micro cacciavite e procediamo con l’operazione di apertura. In caso non ne foste muniti è sufficiente anche un cacciavite con tronco sottile ma particolarmente appuntito così da avere presa anche sulle viti più piccole.
Procuriamoci anche un bomboletta di aria compressa per poter effettuare la pulizia. La si può trovare in ogni negozio di informatica o ipermercato nel reparto dedicato all’informatica.

Per coloro in possesso di un portatile ancora in garanzia, tranne per casi estremamente urgenti, è sconsigliato toccare il computer in quanto qualsiasi dettaglio di manomissione farebbe scadere immediatamente la garanzia.

Capovolgiamo il nostro portatile e individuiamo le viti che bloccano gli sportelli dei vari dispositivi quali la RAM (spesso indicata con Memory) e l’Hard Disk (HDD).

pulire il portatile

OPERAZIONE BASILARE

Dopo aver staccato con molta cura gli sportelli, dobbiamo estrarre l’hard disk. Questa operazione può essere svolta in due modi, tutto dipende dalla tipologia di incastro dell’HDD.

  • Nel primo caso, quello affrontato durante le operazioni di esempio, l’Hard Disk è protetto da un piccola lamina. Per poterla rimuovere bisogna farla scorre, solitamente verso sinistra, e sollevarla fino a toglierla. A questo punto potremo estrarre con molta delicatezza la nostra memoria di massa tirando, se presente, la piccola linguetta sul bordo.pulire il portatile
  • Nel secondo caso l’Hard Disk non sarà munito di alcuna protezione supplementare ma avrà delle ulteriori viti a fissarlo nel suo slot. In questo caso rimuovere le viti presenti e procedere con l’estrazione. Durante ogni fase di svitamento ricordarsi di differenziare le varie viti, molto spesso simili ma con piccole differenze spesso fondamentali.

Siamo finalmente pronti per procedere e pulire il portatile. Prendiamo la bomboletta e puntiamo il beccuccio sulle zone interessate facendo attenzione a direzionare la polvere o il liquido verso le fessure di filtraggio così da assicurarci un’espulsione del corpo esterno, anziché un semplice spostamento.

pulire il portatile

Una volta che avremo visto la polvere o l’acqua uscire dalle prese d’aria effettuiamo un controllo con qualche altro “colpo d’aria” fino a verificare che sia tutto pulito. Effettuiamo getti d’aria non eccessivamente prolungati ma costanti e ben gestiti nello spazio disponibile.

OPERAZIONE AVANZATA

Per coloro che si sono cimentati spesso nelle operazioni di manutenzione del proprio computer fisso e vogliono effettuare una pulizia più approfondita consiglio di porre attenzione a quanto segue.
Come prima cosa tenere a mente che, in questo caso più che mai, in caso di apertura totale del case la garanzia verrà certamente annullata.
Le operazioni da eseguire sono molto semplici, non bisogna mai dimenticare che il dispositivo portatile è più delicato e quindi nel compimento delle varie operazioni bisognerà porre maggiore attenzione.

  • Per prima cosa dobbiamo assicurarci di aver svitato tutte le viti che collegano la parte della tastiera con quella della base. Molto spesso è sufficiente svitare solo le vite con la circonferenza maggiore ma, in alcuni casi, possiamo avere a che fare con situazioni in cui occorre dover smontare necessariamente tutte le viti presenti. Per precauzione si consiglia di svitarle tutta a prescindere.
  • Prima di aprire per pulire il portatile è importante sapere che le due schede elettroniche, quelle della tastiera e quella della basa, sono collegate da due cavi i cui connettori SONO, quasi sempre, SALDATI ALLE PISTE quindi non è possibile separare le due parti senza danneggiare i fili. La fase di apertura consiste nel dover staccare molto delicatamente i vari incastri dele due parti di plastica. Cominciare alzando un angolo e procedere delicatamente per tutto il bordo.
  • Un volta aperto procedete con la pulizia facendo attenzione a non danneggiare i componenti. Anche in questo caso partire dal centro per espellere lateralmente i corpi esterni.

Una volta concluse le operazioni per pulire il portatile, richiudere il tutto riponendo le viti nei giusti fori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti