Guide

Come recuperare i file cancellati dal cestino di Windows e Linux

UndelaA chi non è capitato, almeno una volta, di cancellare accidentalmente dei file dal proprio computer, o da una unità rimovibile, e di averne avuto bisogno in seguito, quando oramai il cestino era stato svuotato? I sistemi operativi di Windows e Linux, di default, non integrano alcuna funzione per poter recuperare gli elementi rimossi dal cestino. Per fortuna esistono dei rimedi esterni che rendono possibile il recupero ed il ripristino di questi file, almeno nella maggior parte dei casi, ed uno di questi è il software Undela (scaricabarile da questo link). Undela 3.8.23 è un potente software gratuito, con interfaccia anche in Italiano, di recupero dati dal disco rigido o da un supporto rimovibile (SD, CF, MS, MMC, Flash Card, USB e di altro tipo).

I file system supportati sono: NTFS, NTFS5, FAT12, FAT16, FAT32, XFS. Con Undela si possono facilmente ripristinare file creati da Windows 2000/XP/2003/2008/Vista/Windows 7 e Linux. Undela, infatti, è utilizzabile non solo su tutti i sistemi operativi Windows (sia a 32-bit sia a 64-bit) ma, a differenza di molti altri applicativi analoghi, anche su sistemi Linux.

COME FUNZIONA

Il software, il cui utilizzo è abbastanza semplice, è in grado di mostrare l’anteprima di tutti gli elementi eliminati prima ancora di inizializzare il processo di recupero dei file. Questa è una funzione che si rivela molto utile, in quanto dà la possibilità di accertarsi che l’elemento sul quale si è scelto di agire sia quello giusto. L’interfaccia principale è molto intuitiva ed è suddivisa in tra pannelli: quello a sinistra elenca tutti i dischi, quello centrale permette di visualizzare il contenuto dei vari drive e quello a destra, invece, visualizza i file presenti nelle singole cartelle.

Sulla barra degli strumenti risultano presenti tre pulsanti: Scan, Full Scan e Advanced Scan. Danno la possibilità di scegliere il tipo di scansione, più o meno approfondita, che si desidera effettuare:

  • Scan – è una forma di ricerca veloce e si utilizza quando i dati sono stati rimossi di recente;
  • Scansione completa – recupera i dati dopo una formattazione, oppure dopo un crash del file system.
  • Advanced Scan – Consente di recuperare i dati a seguito di gravi danni subiti dal file system.

Prima di avviare una scansione, sarà necessario selezionare dal pannello di sinistra, il disco su cui si desidera agire. Infine, nella schermata compare un apposito menu opzioni dal quale si possono scegliere i formati di file su cui si desidera intervenire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti