GuideSoftware

Come ridurre la dimensione dei PDF su OS X con Anteprima

A volte i file PDF possono occupare troppo spazio senza un evidente motivo. Questo accade specialmente se sono stati generati dal sistema operativo o da un altro file che è stato convertito in tale formato per essere stampato, oppure se creati con un’app che non offre alcuna possibilità di compressione del documento.

Nel caso in cui si ha la necessità di salvare una grande quantità di documenti su un supporto dalla limitata capacità, ridurre la rimensione di file è praticamente essenziale. Su Mac per fare ciò è sufficiente utilizzare Anteprima, la quale permette di ridurre in maniera considerevole le dimensioni dei PDF su OS X, semplicemente procedendo ad una loro esportazione. 

Questa procedura è consigliata per i file particolarmente pesanti, se il file è già di dimensioni ridotte o di bassa qualità, il risultato non sarà dei migliori.

[divider]

  • Aprite con Anteprima il file PDF di cui desiderate ridurre le dimensioni. Anteprima è il visualizzatore predefinito per i PDF su OS X, quindi, a meno che non abbiate impostato un’altra app, vi basterà fare un doppio click sul file.
  • Recatevi nel menù File e selezionate Esporta.

Schermata 2013-12-13 alle 19.47.04

  • Si aprirà un nuovo menù inerente alla funzione Esporta. Tra le varie opzioni presenti di fianco alla voce Filtro Quartz selezionate Reduce File Size.

Schermata 2013-12-13 alle 19.50.51

  • A questo punto non vi resta che salvare.
  • Avrete notato la voce Codifica. Selezionandola potrete impostare un password per limitare l’accesso al file in questione.

Schermata 2013-12-13 alle 19.47.26

[divider]

Questa procedura solitamente permette di ridurre drasticamente le dimensioni di un PDF. Se ad esempio il file originale occupava 1 MB di spazio su disco, quello esportato dovrebbe occupare circa 100 KB. Il risultato finale, in termini di qualità, dipende dal documento di partenza. Se è vostra intenzione provare a ridurre le dimensioni di un file con caratteri molto piccoli, potreste ottenere risultati deludenti. Quindi consigliamo sempre di verificare che l’esportazione abbia prodotto un documento di qualità quanto meno sufficiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti