Guide

Come ripristinare il bootloader di Windows 7 rimuovendo il GRUB

Avete rimosso Linux lasciando il bootloader GRUB e non riuscite più ad avviare Windows? Oggi vi guideremo passo passo nel ripristino del bootloader di Microsoft.

grub

Prima di disinstallare Linux, da Windows create un disco di ripristino del sistema dopo di che installate easus partition magic per rimuovere la partizione che ospita Linux unendola a quella di Windows.

Fatto questo procedete come segue:

  1. Inserite il disco di ripristino nel lettore e riavviate il PC;
  2. Scegliere il prompt dei comandi tra le opzioni disponibili nel menu di ripristino;
  3. Digitare recboot /fixmbr;
  4. Digitare recboot /fixboot

Rimosso il bootloader GRUB potete avviare Windows normalmente. Creare il disco di ripristino è consigliato in quanto potrebbe salvarvi da situazioni spiacevoli come quella di cui vi abbiamo parlato oggi. Quando installate Linux e Windows sullo stesso computer viene creato un bootloader in grado di gestire l’avvio di entrambi, offrendovi la scelta su quale OS avviare, rimuovere uno dei due potrebbe compromettere anche l’avvio dell’altro, per questo motivo prima di procedere assicuratevi di ripristinare il bootloader principale.

La guida è valida nel caso in cui il bootloader installato sia quello di Linux, nel caso di Windows non dovreste riscontrare alcun tipo di problema, vi basterà eliminare Linux e il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti