MicrosoftMicrosoft-Nokia

Come vanno gli affari nei telefoni per Microsoft?

Un anno e mezzo fa Microsoft ha scioccato gli investitori annunciando la sua intenzione di acquisire Nokia in un affare da 7,2 miliardi di dollari che avrebbe reso Microsoft uno dei più grandi produttori di cellulari in tutto il mondo per volume. A quel tempo Microsoft aveva grandi speranze per l’acquisizione, tra cui alcune proiezioni ottimistiche su dove sarebbe potuto andare il business. Diamo un’occhiata a questo importante accordo e vediamo quanti progressi il gigante del software ha fatto.

Da dove viene Microsoft

Per preparare il terreno, il primo trimestre del 2014 fu l’ultimo trimestre completo in cui il business portatile era ancora parte di Nokia. Durante questo periodo Microsoft ha generato 2,2 miliardi di dollari di fatturato (in calo del 30% rispetto all’anno precedente), pubblicando un margine operativo negativo del 17%.

windows-microsoft-smarrtphone-informatblog

Nokia lottava da anni, soffrendo cali in vendite e prezzi. Gli altri suoi settori di attività, mappe e attrezzature di networking, erano ancora in buona salute, ma i telefoni erano un problema. Chiaramente, sarebbe stata una grande sfida per Microsoft far fruttare di nuovo questa attività. Essendo un’azienda molto più grande, Microsoft aveva le risorse per realizzare potenzialmente questo obiettivo. Aveva anche un interesse verso l’integrazione verticale, poiché la maggior parte delle aziende aveva evitato la piattaforma Windows Phone in favore di Android.

L’accordo fu ufficialmente chiuso nel mese di aprile dello scorso anno, a metà del secondo trimestre. La società non perse tempo a tagliare i costi, pochi mesi più tardi annunciò un giro di licenziamenti che lasciò a casa 18.000 dipendenti. Microsoft disse che il piano di ristrutturazione avrebbe semplificato la propria struttura organizzativa e avrebbe allineato la sua strategia dei dispositivi.

Dove è adesso Microsoft

Dopo l’acquisizione di una azienda operante con margini in negativo del 17%, come ha migliorato la divisione Microsoft? Quei licenziamenti certo hanno aiutato, ma Microsoft è stata in grado di migliorare anche la redditività.

grafico-microsoft-1-informatblog

Su base percentuale, il business hardware del telefono ha avuto un margine lordo del 14% nell’ultimo trimestre.

  • Secondo trimestre 2014: Margine lordo 3%
  • Terzo trimestre 2014: Margine lordo 18%
  • Quarto trimestre 2014: Margine lordo 14%

Microsoft continua a fare progressi migliorando la redditività su base lorda, e la redditività operativa è il passo successivo. L’obiettivo ufficiale è quello di far sì che il business dei telefoni arrivi al pareggio entro l’anno fiscale 2016.

Dove sta andando Microsoft?

In una presentazione agli investitori, Microsoft ha predetto che sarebbe stata in grado di ottenere una quota del 15% del mercato degli smartphone a livello mondiale entro il 2018. Sarebbe un mercato di 1,7 miliardi di unità secondo le proiezioni della società. Microsoft ha pensato che potrebbe godere di circa 45 miliardi di dollari di entrate a quel punto. Leggendo tra le righe, tali stime implicano la vendita di 255 milioni di unità ad un prezzo medio di 176 dollari.

Inoltre, Microsoft dovrà semplificare notevolmente le operazioni, al fine di migliorare la redditività. A un margine operativo del 5%, il valore attuale netto dell’affare Nokia è stato di 15 miliardi di dollari al momento. Portandola ad un margine operativo del 10%, l’affare sembra ancora più dolce. Al fine di arrivare al pareggio operativo (e idealmente da un 5% al 10% del margine operativo positivo in seguito), Microsoft sta spostando il suo portafoglio prodotti verso i dispositivi Lumia con Windows Phone. I dispositivi economici non Lumia stanno danneggiando la redditività e non fanno nulla per rafforzare la piattaforma Windows.

Nell’ultimo trimestre, solo il 21% dei cellulari Microsoft venduti erano dispositivi Lumia, e gli investitori possono aspettarsi che la cifra cresca nel lungo termine, in quanto la società punta molto sulle vendite dei Lumia. Tuttavia, Microsoft è ancora molto lontana da quota 255 milioni di unità e dagli utili operativi nel business dei telefoni.

Cosa è a rischio?

Considerando quanto stava andando male il business dei telefoni cellulari al momento della transazione, non ci sono state molte attività materiali che Microsoft ha acquisito rispetto al prezzo di acquisto. Di conseguenza, Microsoft stanziato 4,5 miliardi di dollari del prezzo di acquisto totale per i beni immateriali e altri 5,4 miliardi di dollari per l’avviamento, attribuito alle sinergie attese dopo che Microsoft si sarà completamente integrata nel business.

Microsoft ha già ridotto con successo la sua base di costi operativi di un miliardo di dollari, ma avrà ancora bisogno di realizzare ulteriori sinergie per giustificare il prezzo pagato per un business così in difficoltà. Se andasse male a breve, la società potrebbe subire svalutazioni in aggiunta alle continue perdite di esercizio.

Aggiungendo al danno la beffa, Apple e Google continueranno a vantarsi di dominare l’era del mobile e degli smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti