GuideSoftware

Velocizzare Windows? Ecco dei semplici step per farlo!

Velocizzare windows

Ammettetelo, è capitato anche a voi di tirare calci al vostro desktop o di sbattere il mouse sul portatile perchè il PC è lento, ecco Windows non aiuta molto sulla pulizia del sistema, ma qualcosa è sempre dalla nostra parte.Sicuramente non conviene cambiare pc ogni mese a causa della mole di dati e di applicazioni che rallenta il nostro computer, e nemmeno portarlo da un tecnico per fare una pulizia e un reset del sistema periodico, basta solo prendersi mezza giornata e occuparsi della propria macchina per ribaltare la situazione. Se prima per avere pronto il vostro sistema avevate bisogno di 20 minuti ora con meno di 3 minuti tutto sarà a vostra disposizione. Seguite questi passaggi e non avrete più attese estenuanti.

1. Disinstallazione dei programmi inutili!

Quante volte entriamo in siti internet strapieni di pubblicità, di pagine che ci vengono aperte da sole e di applicazioni che si installano senza nemmeno che ci rendiamo conto di cosa siano? E’ arrivata l’ora di fare un pò di pulizia, andando su “Risorse del computer” o “Computer” troviamo la dicitura “Disinstalla o modifica programma” a sinistra su Windows XP e sopra su Windows 7.

xp risorse  7 risorse

 

Entrati nella finestra per la disinstallazione cercate i programmi che voi ritenete inutili e che non avete installato, ma sono frutto di tutti i malware e pubblicità presi online (toolbar, video converter, programmi che richiedono un pagamento per l’attivazione completa). Fatto questo consiglio un riavvio del computer.

2. Installazione di software per la pulizia!

Ccleaner è un software gratuito che consente l’eliminazione dei files temporanei delle applicazioni e di windows,c he occupano molto spazio nella nostra memoria e quindi rallentano il recupero dei dati dell’hard disk durante il caricamento del sistema, cancellarmi permette di velocizzare Windows. Scaricatelo e installatelo, vi consiglio di tenerlo, avviate prima una pulizia dei file temporanei e poi una pulizia del registro del sistema, per eliminare tutte le chiavi che sono state installate dai programmi ma non più utilizzate.

Ccleaner
Ccleaner

3. ScanDisk, verifichiamo il corretto funzionamento del disco

Utilizziamo il tool di sistema in “Computer” clicchiamo tasto destro sull’hard disk C e andiamo su “Proprietà”. In schermo ci apparirà una nuova finestra, muoviamoci sulla linguetta strumenti, clicchiamo su “ScanDisk” e selezioniamo anche la voce “Cerca i settori danneggiati e tanta il ripristino”, in modo tale da risolvere i problemi nelle aree dell’hard disk nel caso ci fossero, questa procedura è da “pianificare” ovvero il computer al prossimo avvio potrà effettuare lo ScanDisk, questo perchè ha bisogno di non avere il sistema operativo avviato, e lo andremo a riavviare dopo il passaggio 4.

4. Deframmentazione del disco: riorganizziamo i nostri files!

Un’altro metodo per velocizzare Windows è sicuramente la deframmentazione. Solo in pochi sanno che il disco rigido è diviso in “Cluster” ovvero delle piccole aree dove vengono salvati i files, sono aree di memoria ben definite e di piccola dimensione, perciò un file word può occupare 10 aree, ma non è detto che siano tutte aree vicine, anzi molto spesso, dopo varie volte che scriviamo e cancelliamo dati su disco, i nostri files saranno tutti “spezzettati”, perciò il disco rigido per andare a recuperarli impiegherà molto più tempo di quello che ci metterebbe trovandoli tutti ravvicinati. La deframmentazione si trova nella stessa finestra dove abbiamo avviato lo ScanDisk, clicchiamoci su e si avvierà un programma, clicchiamo sul tasto in basso a destra “Avvia deframmentazione” per incominciare, il sistema deframmenterà tutti i dischi presenti. Questo passaggio impiegherà molto tempo, soprattutto se il sistema è da molto che non viene pulito. Alla fine dei passaggi riavviamo il computer, come menzionato nel punto 3, e il sistema operativo effettuerà automaticamente lo ScanDisk. Dopo poco meno di mezz’ora saremo di nuovo pronti a continuare con il lavoro!

5. Controlliamo se il nostro sistema è infestato

Molto spesso la lentezza è anche dovuta alla presenza di Trojan che si impossessano delle risorse del sistema e le occupano continuamente, se non abbiamo nessun antivirus, beh siamo spacciati, il mio consiglio più grande è quello di acquistarne uno, gli antivirus gratuiti non ci danno una protezione valida e molto spesso sono soggetti ad attacchi che permettono di sorpassarli e disattivarli. L’antivirus vero e proprio consente anche una protezione valida per i dati presenti nel sistema e per ciò che inseriamo online tutti i giorni. Detto questo, per ovviare, consigliamo l’installazione di una versione di prova e la scansione per disfarci dei malware presenti, in attesa di portare più sicurezza alla nostra macchina.

6. Il comando “msconfig”

Un comando sconosciuto a molti, ci si accede premendo il tasto Start + R, scrivendo msconfig sul campo di testo e premendo Invio. Iniziamo dalla linguetta “Servizi”, clicchiamo su “nascondi tutti i servizi microsoft” e limitiamoci a togliere la spunta ai servizi che non necessitiamo all’avvio del sistema, in modo tale da non farli avviare da windows e creare tempo di caricamento inutile ad esempio il servizio di Messanger, o Skype, o gli update di Adobe, insomma tutto ciò di cui non abbiamo bisogno, ovviamente se avete un antivirus lasciatelo. Passiamo alla flag “Avvio”, qui possiamo decidere quali software avviare allo startup del sistema, possiamo togliere la spunta in tutti i servizi inutili, ad esempio Google Chrome, gli updater di Adobe e di Google, iTunes… Riavviamo il computer per confermare i cambiamenti, e notiamo la velocità con cui si avvia la nostra macchina ora!

Insomma semplici passaggi che consiglio a tutti di effettuare e di riprendere periodicamente per mantenere il vostro pc veloce  e reattivo, quindi salvatevi la guida sui preferiti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti