Smartwatch

Prima di comprare un Apple Watch, imparate le basi degli smartwatch

Il 9 settembre Apple durante il suo show-evento ha rivelato l’Apple Watch, il suo primo SmartWatch. Se siete come molti italiani avete smesso di indossare un orologio molto tempo fa – o forse non ne avete mai nemmeno indossato uno. Ma Apple spera che cambierete il vostro punto di vista quando vedrete l’Apple Watch nei primi mesi del 2015. Ma prima che vi scateniate, ecco alcune basi sugli smartwatch.

Che cosa fa esattamente uno SmartWatch?

Uno SmartWatch si mette al polso e dice l’ora, ma fa anche ben altre cose. Uno Smartwatch funziona come uno schermo di notifica secondario per il vostro smartphone. Ciò significa che vi potrà dire chi sta chiamando, vi avviserà di un nuovo appuntamento sul calendario, e consegnerà i vostri ultimi messaggi. Così, invece di tirare fuori il telefono dalla tasca per vedere un messaggio, vi basta guardare l’orologio.

Essi possono anche riprodurre musica. Gli orologi possono controllare il lettore musicale sul telefono o il negozio di musica in modo da poterlo riprodurre usando le cuffie bluetooth. E accettano comandi vocali – l’ultimo Moto 360 di Motorola permette di chiedere a Google il meteo di oggi, o di creare a voce un appuntamento sul calendario.

Inoltre, gli smartwatch di oggi spesso hanno caratteristiche per il fitness, in qualità di contapassi e cardiofrequenzimetri. Quindi, in un certo senso uno SmartWatch agisce come un telefono cellulare, lettore mp3, orologio, e dispositivo per il fitness tutto in una volta.

Gli smartwatch sono una nuova idea?

vecchio-smartwatch

Non esattamente. Anche se sembrano nuovi, orologi che in un modo o nell’altro fanno dei calcoli sono in giro da decenni. Il sito di informazioni Smartwatches.org afferma che il primo smartwatch fu il Hamilton Watch Company Pulsar, prodotto nel 1972. Questo orologio memorizzava fino a 24 cifre. Più tardi gli orologi Pulsar hanno funzionato come calcolatrici ed hanno anche permesso di connettersi a una piccola stampante, secondo TechRadar.

Durante gli anni 1990 e 2000, le aziende erano molto interessate a creare smartwatch (anche se con vari gradi di successo). IBM ha brevettato un telefono da polso nel 1993, e dal 2001, l’azienda aveva creato il WatchPad basato su Linux. E ‘stato seguito da diversi altri smartwatch come il PDA Fossil e Microsoft Spot, ma gli SmartWatch hanno davvero iniziato ad assomigliare a quelli di oggi – con una batteria più potente, funzionalità internet e telefono, collegamenti con lo smartphone – solo negli ultimi anni.

Ciò che rende gli smartwatch di oggi così “nuovi“, tuttavia, è il fenomeno relativamente nuovo di associarli allo smartphone. Questo vi darà la funzionalità e la potenza di un telefono senza l’ingombro di un telefono sul vostro polso. Ma le sfide coinvolgono il mantenere lo SmartWatch compatto ma utile, così come dargli una durata della batteria sufficiente. Come scrive l’International Business Times, la maggior parte dei potenziali concorrenti di Apple Watch non può mantenere la carica per più di un giorno.

Quali sono alcuni degli smartwatch più popolari?

Pebble è uno dei preferiti, anche se potrebbe non essere così familiare all’utenza, perché è un nuovo arrivato che divenne popolare attraverso una campagna Kickstarter. PCMag ha scelto due dei modelli della società tra i suoi primi cinque smartwatch del 2014 nel mese di aprile.

Samsung è una di quelle che sfornare più smartwatch. Ne ha rilasciati sei solo nell’ultimo anno. L’ultimo, il Gear S, ha alcune funzionalità come il GPS e una connessione internet 3G, che non dipendono dallo smartphone.

Sony e Motorola hanno entrambi fatto notizia su nuovi smartwatch negli ultimi giorni, cogliendo l’onda di Apple che promette di ottenere molte più persone interessate al trend. Motorola ha pubblicato il suo Moto 360 pochi giorni prima che Apple presentasse il suo Apple Watch. Nonostante le sue caratteristiche, l’azienda sta spingendo al massimo la sua forma rotonda e il suo aspetto simile ad un orologio tradizionale. Sony, nel frattempo, ha recentemente mostrato al mondo il suo SmartWatch 3, che (la prima volta per uno smartwatch Sony) utilizza il sistema operativo Android.

samsung-smartwatch-informatblog

Cosa farà un Apple Watch?

Prima di tutto, l’orologio di Apple avrà un look elegante o sportivo, a seconda di ciò che state cercando. E’molto personalizzabile, con due differenti dimensioni del quadrante dell’orologio, tre stili, e una varietà di cinghie e display personalizzabili.

Inoltre, le funzionalità dell’app di salute di Apple si accoppiano alla perfezione con l’Apple Watch. Essa tiene traccia non solo di passi, battiti cardiaci e calorie, ma vi aiuta a impostare obiettivi di fitness e vi ricorda quando allenarvi. L’orologio inoltre utilizza la comunicazione NFC per usare il nuovo sistema di pagamento Apple Pay, ciò significa che sarete in grado di toccare l’orologio e pagare alcuni rivenditori.

L’Apple Watch dispone anche di nuove capacità di comunicazione, tra cui una funzione walkie-talkie (per l’uso con altri orologi di Apple), la capacità di disegnare e inviare foto ad amici, e anche la capacità di inviare il vostro battito cardiaco a un altro utilizzatore di Apple Watch. Tuttavia, funziona solo con un iPhone.

Si può smettere di usare il telefono?

Probabilmente no. Molto di ciò che la maggior parte degli smartwatch fa è farvi sapere cosa sta succedendo sul vostro telefono. Il Moto 360, per esempio, riceve aggiornamenti da Google Calendar o Gmail collegandosi al telefono tramite Bluetooth, supposto che il telefono si trovi nelle vicinanze. E l’Apple Watch sarà compatibile solo con un iPhone.

È possibile utilizzare gli smartwatch, naturalmente, anche se il telefono non si trova nelle vicinanze; ma non avrete aggiornamenti via email, e sarà limitato a funzioni offline (come ascoltare la musica). Ma il vero punto di forza degli smartwatch al momento è quello di dare la comodità di utilizzare la tecnologia pur avendo le mani più libere.

Detto ciò, alcune aziende stanno innovando lontano in modo da allontanare questa telefono-dipendenza. L’ultimo Gear S di Samsung ha sia il GPS integrato che la tecnologia wireless. “Se gli smartwatch stanno finalmente andando a sostituire i nostri smartphone, il Gear S è un passo avanti in questa direzione”, scrive Will Shanklin di GizMag.

La gente acquisterà davvero gli smartwatch?

E’certamente vero che il pubblico non ha ancora dimostrato di avere un grande appetito per gli SmartWatch. Le aziende stanno premendo avanti nonostante una carenza distinta di entusiasmo da parte degli utenti, ma non c’è ragione di pensare che la gente non comprerà. Prima di tutto alcuni utenti stanno iniziando a comprare tecnologia indossabile. Il Moto 360 è andato sold out in poche ore, secondo The Verge. Inoltre, la tecnologia indossabile per il fitness sta piano piano prendendo piede tra la clientela. Secondo Business Insider, le vendite di fitness-tracker sono cresciute del 500% nell’ultimo anno. Questo è in parte perché il bacino di utenza era piccolo, ma anche perchè i braccialetti popolari, insieme con i modelli di Nike e Samsung, potrebbero aver gettato le basi per un più diffuso uso del computer indossabile.

Inoltre, Apple ha un talento per prendere le tecnologie esistenti e renderle un must-have. Quando Apple ha presentato l’iPod, non era esattamente un pioniere dei lettori mp3. Ma poco dopo, tutti sfoggiavano gli auricolari bianchi. Quando Apple ha rilasciato l’iPhone, i BlackBerry già abbondavano. Ma ben presto l’elegante telefono rettangolare divenne l’oggetto desiderio di tutti. I computer tablet esistevano quando l’iPad venne rilasciato, ma presto tutti sembravano avere un iPad nascosto in borsa o nella valigetta. Allo stesso modo, Apple potrebbe portare il fenomeno degli smartwatch a livello di massa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti