Xbox One

Cosa aspettarsi dalla conferenza Xbox One all’E3 2015

Il Super-soldato Master Chief di Microsoft, della venerabile serie di giochi di Halo, avrà un programma fitto di appuntamenti il prossimo lunedi. Questo perché Microsoft darà il via all’E3 2015, la più grande fiera annuale del settore dei videogiochi, con una conferenza stampa dedicata alla Xbox. La società dedicherà gran parte dello show a Halo 5: Guardians, uno dei giochi più attesi dell’anno, che sarà lanciato in ottobre.

L’E3 è una delle migliori opportunità per Microsoft per catturare l’attenzione dei giocatori per il prossimo gioco di Halo, così come per pompare ancora di più la sua Xbox One, la quale ha finalmente trovato il piede giusto verso i consumatori nel corso degli ultimi anni grazie a riduzione dei prezzi aggressiva e giochi più robusti. Molto di questo progresso ha fatto recuperare il tempo perduto nei confronti della PS4.

xbox-e3-2015-informatblog

Prima di lanciare la console a novembre 2013, Microsoft ha affrontato pesanti critiche per lo spostamento del target dal gioco puro alla televisione, con grande attenzione per l’integrazione con i decoder e altre funzionalità multimediali. Non ha aiutato l’azienda il tentare di imporre nuove restrizioni su come i giocatori possono collegare la console a Internet, che richiede un login al giorno e limitando i prestiti di giochi ad amici o la vendita di giochi usati. Molte di queste politiche sono state bocciate sin da subito.

Microsoft ha speso tempo per ricostruire l’immagine di Xbox sotto la guida di Phil Spencer, l’ex capo della divisione produzione di Microsoft. Spencer ha spostato la divisione Xbox nuovamente incentrandosi sui giochi, anche se ha preso decisioni difficili sulla piattaforma stessa, ad esempio rendendo il Kinect un accessorio separato. E’ stato anche onesto nel delineare dove Xbox One ha avuto bisogno di migliorare – anche come rendere più facile per gli sviluppatori creare giochi – e dove l’azienda si era allontanata dalla sua missione originale. E’stata decisamente una svolta.

Dopo che la PlayStation 4 ha comodamente battuto Xbox One negli Stati Uniti in vendite per oltre 12 mesi di fila, Microsoft è riuscita a ribaltare la situazione nel dicembre 2014 grazie ad un taglio di prezzo di 50 dollari che ha portato la console a 350 dollari. Questo sforzo ha dato i suoi frutti: Le vendite di Xbox a maggio sono aumentate dell’81% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Ma sostenere questo slancio non è facile. Sony rimane leader nella promozione dei migliori e più promettenti giochi di sviluppatori indipendenti, come l’attesissimo No one’s Sky, un titolo di esplorazione spaziale, e il nuovo puzzle game The Witness della superstar indie Jonathan Blow. Sebbene Microsoft darà più spazio agli sviluppatori indipendenti, è ancora dietro di Sony.

Sony ha anche stretto accordi di alto profilo con i produttori di giochi per portare esclusivi add-on su PlayStation 4, come mappe speciali e nuove armi per Destiny, a cui i proprietari di Xbox ancora non hanno accesso. Questi accordi esclusivi rimangono una forza nel settore console, dove decidere quale piattaforma scegliere spesso si riduce a quella che hanno gli amici e quale piattaforma dà il massimo per i soldi spesi.

Microsoft sembrava anche essere a margine della sfida per la realtà virtuale. Le cose sono cambiate giovedi, quando ha annunciato una partnership con Oculus VR (di proprietà di Facebook) che porterà i controller Xbox One sulla Oculus Rift dalla prossima primavera. I giochi Xbox One saranno giocabili anche in modo virtuale grazie alla tecnologia di streaming Windows tuttora in fase di sviluppo per collegare PC e piattaforme Xbox.

Microsoft parlerà di questi e di altri sviluppi Lunedi quando ci darà una fotografia del presente e del futuro di Xbox. Mentre l’evento si avvicina, ecco i temi chiave.

Halo 5: Guardians

L’E3 2015 segna il momento in cui Microsoft potrà sbandierare Halo come la più grande forza della piattaforma Xbox One.

Questo gioco epico rimane la cosa più vicina a Star Wars nel mondo dei videogiochi. Le gesta di Master Chief mentre partecipa a una guerra intergalattica si collocano ancora tra le esperienze di gioco più rappresentative del settore, al fianco di Super Mario di Nintendo e Grand Theft Auto di Take-Two Interactive.

Halo 5: Guardians segna il secondo grande capitolo di Halo creato dallo studio di Microsoft, 343 Industries, invece che dal creatore Bungie. Lo studio ha centrato il successo con Halo 4, dimostrando che si possono sviluppare con successo giochi Halo e preparando la serie per un’altra trilogia di titoli.

Eppure Halo 5 segna un momento particolarmente cruciale per la serie. Microsoft e 343 hanno la responsabilità di portare Halo avanti, pur rimanendo fedeli ai fan del gioco, questo rappresenta una sfida dato l’aumento dei videogiochi come servizi online dove i giocatori trascorrono mesi e persino anni di gioco. Se Halo 5 potrà andare bene in questo senso è ancora da vedere.

Il titolo sarà caratterizzato da un nuovo protagonista giocabile chiamato Jameson Locke – che funge anche da antagonista di Master Chief. I due protagonisti sono stati al centro di una campagna di marketing su vasta scala denominata “Hunt the Truth“, e Microsoft dovrebbe svelare maggiori dettagli lunedi.

Altri giochi che dovrebbero fare la sua apparizione alla conferenza stampa saranno la prossima puntata del popolare sparatutto di Activision Call of Duty Black Ops 3, un nuovo gioco di corse della serie Forza e il sequel del Tomb Raider del 2013, ora esclusiva Xbox One.

Xbox One incontra Windows 10

Anche se la divisione Xbox è spesso considerata separata dal resto delle attività, Microsoft quest’anno ha chiarito di voler integrare la sua console di gioco con la grande famiglia di Windows.

Microsoft Windows 10 è in uscita il 29 luglio – e Xbox One raccoglierà i frutti del nuovo software Microsoft. L’azienda installerà Windows 10 direttamente sulla console di gioco in un aggiornamento over-the-air questo autunno, e una app per Xbox permetterà ai giocatori di accedere a parti fondamentali della piattaforma su PC.

“Microsoft per un diversi anni non ha prestato attenzione ai giochi per PC”, ha dichiarato Brian Blau, analista di Gartner. Ciò ha permesso alla società Valve, con il suo negozio on-line Steam, di diventare la destinazione principale per i giocatori PC. Phil Spencer di Microsoft ha ammesso alla Game Developers Conference di marzo che Microsoft ha perso la strada verso i giocatori PC.

I vantaggi di avere Xbox One con Windows sono molti, dice Microsoft. Alcuni giochi supportano una funzionalità che permetterà di acquistare un gioco su un PC e riceverne una copia gratuita su Xbox, e viceversa. Alcuni titoli saranno aggiornati con il supporto cross-play, lasciando che i giocatori PC possano giocare on-line in multiplayer con i giocatori Xbox One.

Poichè Windows 10 è progettato per funzionare su qualsiasi dispositivo, Microsoft dice che i giochi Xbox possono essere configurati come le cosiddette applicazioni universali. Ciò significa che gli sviluppatori saranno in grado di creare un gioco che potrà essere facilmente ottimizzato per passare da Xbox a PC a smartphone e a tablet Windows. E per la prima volta, i proprietari di Xbox One saranno in grado di trasmettere i giochi su un PC, dove i giocatori potranno collegare un controller Xbox.

Ciò si rivelerà particolarmente interessante con il casco per la realtà virtuale Oculus Rift, che sarà equipaggiato con il controller Xbox One. Quando collegato ad un PC con Windows 10, l’Oculus Rift può essere usato per giocare a qualsiasi gioco Xbox One, aprendo la possibilità ad alcuni giochi Xbox One, come Halo 5 per esempio, di essere ottimizzati per il coinvolgente stile di gioco in realtà virtuale.

Offrendo ai giocatori la possibilità di giocare dove vogliono, Microsoft sta posizionando la Xbox come piattaforma di ampio respiro per servizi Internet che si estendono a qualsiasi dispositivo, il tutto alimentato dal nuovo software Windows 10.

La strategia potrebbe “potenzialmente contribuire a far tornare le masse a Microsoft“, ha detto Blau. Potrebbe non spostare le masse su Xbox, ha aggiunto, ma potrebbe posizionare l’azienda ad essere importante in soggiorno come lo è sul PC. “E questo potrebbe essere davvero interessante.” (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti