PS4Xbox One

Console War 2015: ecco chi vincerà per lo shopping di Natale

Una riduzione di prezzo o nuovi bundle faranno vincere la console war a qualcuno durante lo shopping per le festività natalizie? Questa è la domanda di Microsoft e Sony. All’inizio di questo mese, Sony ha annunciato un taglio di prezzo della sua PlayStation 4: la mossa ha messo il prezzo della PlayStation 4 in linea con Xbox One e la decisione ha chiarito ciò che il taglio dei prezzi dovrebbe fare: portare i giocatori che non hanno ancora scelto la loro console a fare il grande passo durante questa stagione di shopping di Natale.

I tagli di prezzo sono utilizzati nel mercato delle console da decenni per aumentare la domanda. Inizialmente, le console vanno in vendita a prezzi un po’ alti a causa del costo elevato dei componenti.

console-war-2015-informatblog

Anche se, in molti casi, le aziende gioco inizialmente vendono le console andando in perdita per incrementare l’adozione dell’hardware. Col passare del tempo, i costi dei componenti scendono e le aziende possono iniziare a fare profitti su ogni unità venduta. In casi molto rari, le società vendono le console a prezzi estremamente elevati per generare fin da subito un profitto al momento del lancio.

Nel frattempo, se milioni di clienti scelgono di non comprare una nuova console, le aziende rispondono riducendo i prezzi per rilanciare la domanda. Per le console popolari, tali mosse hanno funzionato bene nel corso degli anni. Infatti il taglio dei prezzi ha aiutato Nintendo a vendere oltre 100 milioni di Wii, e ha contribuito per Sony e Microsoft a mantenere la loro longevità. Ora con una PlayStation 4 più economica Sony ritiene che apparentemente è ben posizionata per capitalizzare la stagione più importante del settore videogiochi.

Microsoft vede le cose un po’ diversamente. La società ha deciso che il suo segreto del successo sarà nei suoi bundle. Nelle ultime settimane Microsoft ne ha svelati molti, che vanno dall’Elite Bundle di fascia alta ad opzioni più economiche. La ragione per cui Microsoft offre la sua console, un controller, e almeno un gioco ai consumatori è quella di rivelarsi più popolare e fornire un affare che nessun concorrente può eguagliare.

Le console war sono in corso da anni, e possono diventare sanguinose quando la posta in gioco è alta. Microsoft e Sony offrono due delle console di gioco più popolari al mondo: il dispositivo che si rivelerà più popolare genererà miliardi di dollari. Le console war spesso si suddividono in piccole battaglie. La prima battaglia inizia al momento del lancio quando le aziende fanno a gara per attirare l’attenzione del consumatore. Ogni anno si vedono battaglie alle fiere E3 o Game Developers Conference, dove le aziende mettono in mostra nuovi aggiornamenti software e hardware. Le battaglie più importanti, tuttavia, sono quelle della stagione dello shopping di Natale, è per questo che Microsoft e Sony stanno spianando le armi in tempo.

Michael Pachter, opinionista del settore dei videogiochi e senior analyst di Wedbush Securities, ritiene che il taglio di prezzo di PlayStation 4 probabilmente non farà molta differenza, perché eguaglia il prezzo di Xbox One. Egli, tuttavia, suggerisce che se Microsoft volesse vendere più console, dovrebbe ridurre ulteriormente il prezzo. “Microsoft dovrebbe tagliare prezzo solo se si preoccupasse di quante console vende”, dice.

Da parte sua, Microsoft ha segnalato che non taglierà il prezzo di Xbox One. E’ una mossa che ha sorpreso alcuni analisti del settore che pensavano che la società avesse interesse a mantenere un vantaggio nei prezzi. Tuttavia Pachter sostiene che Microsoft sta facendo una mossa economica intelligente.

“I Bundle Microsoft hanno un costo di circa 2 dollari e hanno un valore percepito di 50 dollari”, dice. “I Bundle di terze parti sono più costosi, ma in molti casi sono associati ad una console. Questi costano circa 40 dollari, e il beneficio percepito è di 50 dollari o più, e anche in questi casi dunque ha senso investire in questa direzione”.

Microsoft potrebbe anche avere un altro vantaggio: la società lancerà Halo 5: Guardians la prossima settimana e lo venderà con un nuovo bundle. Quindi, quale società vincerà questa stagione di Natale? Naturalmente, sia Sony che Microsoft sostengono che vinceranno. Pachter, però, dice che la corona probabilmente andrà a Sony, ma la vittoria non arriverà per via della riduzione di prezzo ma perchè “ha un grande brand e sta facendo un ottimo lavoro di marketing”.

C’è anche un’altra società da considerare: Nintendo. La società della Wii U è stata in gran parte dimenticata in questa generazione di console e spera di colpire in questa stagione dello shopping di Natale. Il problema, tuttavia, è che le sue possibilità di farlo sono sottili, se non inesistenti. “Nintendo non ha alcuna possibilità di avere successo in questa console war”, dice Pachter. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti