MicrosoftNews

Continua la rivoluzione in casa Microsoft

Il nuovo Chief Executive di Microsoft Satya Nadella sta dando all’azienda il più grande restyling della storia. Due dirigenti di Microsoft hanno annunciato martedì che avrebbero lasciato entro la fine dell’anno. La loro partenza porterà in totale quattro dirigenti che si sono fatti da parte da quando il Nadella ha assunto il ruolo di CEO nel mese di febbraio, la più grande rivoluzione da quando l’attuale Microsoft fu creata nel 1981.

Gli amministratori in partenza sono David Marquardt, uno dei primi investitori di Microsoft, e l’ex dirigente della divisione finanza-industria Dina Dublon. Entrambi non cercheranno rinnovi di un altro anno a bordo di Microsoft, ha detto la società martedì. Marquardt è stato un direttore di Microsoft fin da quando la società venne incorporata nel 1981, mentre la Dublon siede al consiglio sin dal 2005.

microsoft-cambio-vertice-informatblog

Al posto loro, Microsoft ha detto di aver nominato Teri List-Stoll, direttore finanziario di Kraft Foods Group Charles Scharf, CEO di Visa, a partire dal 1 ottobre. Prima di entrare in Kraft, la signora List-Stoll, 51 anni, ​​ha trascorso quasi 20 anni in Procter & Gamble Co, gigante dei prodotti di consumo. Il 49-enne Charles Scharf è stato invece assunto due anni fa da JP Morgan dove ha tenuto la massiccia operazione di retail-banking della banca di New York.

I cambiamenti nel consiglio di amministrazione di Microsoft sottolineano il rifacimento del gigante del software sotto Nadella, il primo capo di Microsoft non associato con i fondatori della società. Il co-fondatore Bill Gates ha lasciato la sua posizione di presidente di Microsoft nel mese di febbraio, e l’ex CEO Steve Ballmer ha lasciato il consiglio nel mese di agosto. Un altro direttore, il CEO di Seagate Technology PLC Stephen Luczo, si è dimesso a marzo.

Il consiglio di amministrazione di Microsoft è stato insolitamente occupato lo scorso anno, con il processo di selezione durato mesi per il successore di Steve Ballmer, e l’approvazione a settembre 2013 dell’acquisto trasformativo di Nokia. L’acquisizione da 9,5 miliardi di dollari ha spinto Microsoft per la prima volta a fare telefoni cellulari. Entro la fine dell’anno, sei amministratori su 10 di Microsoft saranno in carica solo dal 2012, dando alla società una visione totalmente nuova all’interno della sala del consiglio per valutare gli sforzi per spingere nei campi del mobile computing e del software cloud.

Il balletto di consiglieri significa anche che Microsoft sta perdendo la sua conoscenza istituzionale. Marquardt, partner dell’impresa di investimenti della Silicon Valley August Capital, ha aiutato Microsoft a decollare e fu un collegamento diretto nei primi giorni della società. La Dublon, una ex chief financial officer di JP Morgan, è stato un membro del comitato per il controllo del consiglio e presidente del comitato per le remunerazioni.

Il Consiglio ha inoltre approvato un aumento del 10,7% nel dividendo trimestrale di Microsoft, a 31 centesimi per azione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti