Guide

Corso HTML – Lezione 10: Frames

HTML

HTML

Analizziamo una guida su come suddividere la pagine web HTML in più fotogrammi (o frames), ciascuna contenente al suo interno una diversa pagina, mediante l’utilizzo dei Frames.

Grazie all’uso dei Frameset è possibile suddividere la nostra pagine web in diversi frames (fotogrammi) ciascuno indipendente dall’altro. Un documento contenente frames è costituito da un head (testata) e un frameset al posto dell’usuale body.

<!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Frameset//EN" "http://www.w3.org/TR/html4/frameset.dtd">
<html>
<head lang="en">
<meta http-equiv="Content-type" content="text/html; charset=ISO-8859-1">
<title>
HTML Frames
</title>
</head>

<frameset cols="20, 80">
<frameset rows="100, 200">
<frame src="frame_page_1.html">
<frame src="frame_page_2.php">
</frameset>
<frame src="frame_page_3.html">
<noframes>

<body>
<p>
Testo alternativo
</p>

Compare se i frame non sono letti dal browser
</body>
</noframes>
</frameset>
</html>

Nel codice sopra mostrato, possiamo evidenziare le caratteristiche principali di una pagina web in cui vengono usati i frames.

  • Sulla prima riga vediamo che nello specificare il DOCTYPE dobbiamo inserire frameset.dtd invece di strict.dtd.
  • Nel frameset possiamo specificare larghezza e altezza delle colonne mediante gli attributi cols rows.
  • <noframes></noframes> sono i tag entro cui viene racchiuso il testo alternativo della pagina, il quale verrebbe visualizzato nell’eventualità in cui il frame non dovesse funzionare correttamente. L’uso di questo tag non è obbligatorio ma se ne consiglia l’uso.

Abbiamo visto che quando si suddivide una pagina in fotogrammi, il tag <body> non deve essere usato. Nel caso in cui si scelga di utilizzare il <noframes>, al suo interno sarà necessario inserire i tag <body> in quanto si sviluppa il codice di una pagina che, nell’eventualità in cui dovesse essere usata, non riguarderà più l’uso dei frames ma sarebbe una “normale pagina web”.

Come per l’utilizzo delle tabelle è possibile servirsi di alcuni attributi per personalizzare il settaggio dei frames.

  • frameborder può assumere i valori 0 o 1 e ne definisce il bordo;
  • marginheight espresso in pixel specifica i marigin superiori e inferiori del fotogramma; 
  • marginwidth svolge lo stesso lavoro del precedente attributo me in questo caso con gli estremi destro e sinistro;
  • name ci permette di associare un nome al frame;
  • noresize è l’attributo che rende fisse le dimensioni del frame, togliendo all’utente la possibilità di ridimensionarlo;
  • scrolling può assumere i valori yes no e auto, aggiunge toglie o setta su automatico la scrollbar.
  • src rappresenta il percorso del file che si vuole richiamare come contenuto del frames.

Non è possibile richiamare in un frame il documento stesso che lo contiene!

Se all’interno di un frame abbiamo inserito alcuni link e vorremmo che questi venissero aperti non su tutta la pagine o su altre pagine esterne ma all’interno del frame a cui il link appartiene, possiamo utilizzare l’attributo target. 

<a href="pagina.html" target="nome_frame">Link per aprire pagine</a>

Per poter sfruttare l’attributo target, è necessario aver dato un nome al frame che si desidera utilizzare come “contenitore” della pagina web a cui ci si vuole collegare, il che è fattibile con l’attributo name analizzato in precedenza. Ad ogni attivazione del link, aprirà la pagina specificata all’interno del frame il cui nome è stato inserito come valore dell’attributo target.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti