Guide

Corso HTML – Lezione 11: iFrames

iFrames

iFrames

Dopo aver analizzato i Frames, vediamo come sfruttare la tecnologia degli iFrames i quali ci permettono di sfruttare le potenzialità dei fotogrammi senza dover impostare un frameset.

Nella lezione precedente abbiamo visto come poter utilizzare i Frames, una tecnologia che ci permette di settare la nostra pagine web come un contenitore di diverse pagine web.
Un limite posto dai Frames è quello di dover impostare un frameset e di conseguenza adattare l’intera pagina a questo modello.

Grazie agli iFrames possiamo scavalcare l’obbligo del frameset, potremo scrivere una normale pagina html senza dover rinunciare al <body>. Questi elementi ci consentono anche un posizionamento relativo all’interno della pagina, eliminando anche il problema di una obbligatoria suddivisione dell’intera pagina.

<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3.org/TR/html4/loose.dtd">

<body>
<p>Example</p>
<iframe src= "html10.html" width="400" height="500" scrolling="auto" frameborder="1">

Il tuo browser non support l'utilizzo dei Frames, si consiglia di cambiare browser.

</iframe>
<p>Example</p>
</body>

Per prima cosa dobbiamo notare come nel DOCTYPE si sia passati da strict.dtd a loose.dtd, questo è dovuto al fatto che l’utilizzo degli iFrames è stato considerato obsoleto (deprecato) per la versione 4.01, alcuni elementi come align, sono incompatibili con la versione 5 di HTML. Questo non significa che ne è abolito l’utilizzo ma, per alcuni browser, potrebbe verificarsi l’eventualità in cui il codice non viene letto correttamente. Per poter sfruttare le tecnologia del “multiweb” si consiglia di farlo utilizzando tecnologie javascript. Queste risultano più pratiche e funzionali.
Come per i Frames ci è data la possibilità di inserire un “testo alternativo” nel caso in cui il browser non supporti correttamente l’utilizzo di questo tipo di elemento.

Elenchiamo i principali attributi utilizzabili:

  • frameborder può assumere i valori 0 o 1 e ne definisce il bordo;
  • marginheight espresso in pixel specifica i marigin superiori e inferiori del fotogramma;
  • marginwidth svolge lo stesso lavoro del precedente attributo me in questo caso con gli estremi destro e sinistro;
  • name ci permette di associare un nome al frame;
  • height viene espresso in pixels e ci permette di  definire l’altezza;
  • width viene espresso in pixels e ci permette di  definire la larghezza;
  • scrolling può assumere i valori yes no e auto, aggiunge toglie o setta su automatico la scrollbar.
  • src rappresenta il percorso del file che si vuole richiamare come contenuto del frames.
  • align mediante i suoi cinque diversi valori ci permette di definire il suo allignamento nel testo
      • left
      • right
      • top
      • bottom
      • middle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti