AndroidAppWindows Phone

Cortana su Android è la fine per Windows Phone

L’assistente personale digitale di Microsoft, Cortana, è in arrivo su Android. Attualmente in versione beta, dovrebbe essere rilasciata al pubblico entro la fine del 2015. Questo è un ulteriore passo preso da Microsoft per distaccarsi dalla precedente strategia ‘Microsoft è tutto ciò che conta‘, con l’azienda che continua ad abbracciare piattaforme alternative.

C’è voluto tempo per il CEO Satya Nadella per realizzare la sua visione di Microsoft del 21° secolo. Come previsto, più servizi di Microsoft incentrati sul cloud arrivano agli utenti in via definitiva, e più prodotti cloud-based vengono rilasciati.

cortana-android-microsoft-informatblog

Il fallimento di Windows Phone nel costruire un’alternativa credibile agli smartphone Android e iOS significa che Microsoft non ha una forte base di utenti per sfruttare questa connettività. Né i computer desktop sono una roccaforte sicura: sempre più persone si stanno muovendo verso dispositivi mobili e si affidano a smartphone, phablet, e tablet per divertirsi e lavorare.

Questo è ciò su cui Nadella deve concentrarsi, un mondo moderno in cui Microsoft non è più la numero uno. Deve essere sconnesso, deve essere duro, deve essere competente, e deve essere soprattutto credibile. Deve anche essere spietato quando si guarda allo specchio. Cortana era una parte fondamentale del marketing intorno a Windows Phone, ed è stato visto come un forte elemento di differenziazione nel mondo degli smartphone. Ha legato insieme varie parti dell’ecosistema di Microsoft, tra cui Outlook, e-mail, ricerca Bing, Xbox Music e altro ancora. Ha portato la precedente visione di Microsoft insieme a Windows Phone. Se si voleva Cortana, i telefoni Microsoft erano l’unico modo per averlo.

Ma non è più così. Fino ad ora, Cortana è stato disponibile solo tramite Windows (sia mobile che desktop), ed è servito per portare utenti nel cloud di Microsoft. Renderlo disponibile su iOS e Android supera il valore di mantenerlo esclusivamente per le piattaforme di Microsoft? Data la comparsa di Cortana su piattaforme alternative, Microsoft deve credere che questa ipotesi sia quella giusta.

Cortana per Android è un altro segnale che le ambizioni di telefonia mobile di Microsoft non possono essere soddisfatte da Windows 10 da solo. Per Microsoft sarebbe sciocco ignorare il mercato hardware e rilasciare il proprio smartphone di punta con Windows 10, ma il valore reale per il cloud di Microsoft si trova nel volume di utenti che Android e iOS sono in grado di fornire.

La visione di Nadella ‘cloud-first mobile-first‘ di Microsoft sta diventando concreta, come la sua spietatezza contro i prodotti che non sono redditizi. Nelle generazioni precedenti, Microsoft aveva facile accesso al volume di utenti attraverso Windows. Questo non è più il caso: la base di utenti deve essere trovata su piattaforme che non sono sotto il diretto controllo di Redmond. Ciò significa che Microsoft deve andare dove sono i consumatori, e acchiapparli come ogni altro sviluppatore deve fare.

Il vecchio vantaggio per la piattaforma non c’è più, ma Microsoft può continuare ad utilizzare le sue dimensioni e la sua presenza. Sarà sufficiente a lungo termine per creare un business sostenibile basato su cloud? Nadella pensa di si. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti