PS4

I dettagli della funzionalità Share Play di PlayStation 4

La PlayStation 4 è stata lanciata con una miriade di nuove opzioni con cui i giocatori potevano armeggiare, ma c’erano un paio di caratteristiche chiave mancanti che i proprietari hanno richiesto a gran voce. Sony ha ascoltato, e sta preparando il suo Update 2.0, che introduce una lunga lista di nuove funzionalità.

Di gran lunga la più interessante di queste è Share Play, una funzione che consente ai proprietari di PlayStation 4 di collegarsi via Internet e condividere i loro giochi. In un primo momento, sembra che avrebbero potuto semplicemente giocare online insieme, ma c’è molto di più: Share Play consente agli utenti PlayStation Plus di giocare online insieme anche con una sola copia del gioco.

Share Play funziona consentendo ad un membro di PlayStation Plus di ospitare un gioco e invitare altre persone a partecipare. Per la maggior parte, non importa se l’ospite ha PlayStation Plus o meno – essendo l’ospite un membro, Share Play può essere utilizzato. Da lì si aprono una serie di opzioni. Se il gioco non supporta il multiplayer, l’ospitante può dare il controllo all’ospite con la semplice pressione di un tasto. La condivisione non richiede alcun tipo di download o aggiornamenti, tutto è controllato tramite la console dell’ospitante. Ciò significa che il passaggio tra i giocatori è senza soluzione di continuità, e giocare insieme non richiede più lunghi download. In un certo senso, è come consegnare il controller a un compagno seduto sul divano, solo che adesso, il compagno può essere ovunque.

Se entrambi i giocatori sono membri PS Plus e il gioco supporta il multiplayer, l’ospite può sostanzialmente agire come un secondo controller. Il padrone di casa prende il sopravvento come giocatore 1, mentre l’ospite è il giocatore 2, e il gioco multiplayer può iniziare. Anche in questo caso non richiede alcun download, tutti i dati del gioco sono memorizzato sulla PlayStation 4 dell’ospitante. Anche in questo caso, è proprio come avere un amico sul divano, Share Play semplicemente elimina le distanze.

In un certo senso, Share Play può agire come una sorta di demo universale. Le demo giocabili sono difficili da creare, e possono dilatare i tempi di sviluppo. Con Share Play non c’è bisogno di una demo standalone: un amico può semplicemente unirsi con un membro di PS Plus e testare il gioco. Potrebbe finire per essere un ottimo strumento per valutare se un gioco vale l’acquisto, o solo un modo per gli amici di giocare insieme senza la necessità di un acquisto in più.

Il video qui sopra non ne fa menzione, ma ci sono alcune restrizioni di tempo per l’utilizzo di Share Play. Le sessioni sono limitate a 60 minuti a testa, anche se Sony ha confermato che non vi è alcun limite al numero di sessioni che un gruppo è in grado di riprodurre. Ha senso sulla carta, ma se significasse che i giocatori venissero mandati ad una schermata di menu una volta che il tempo è scaduto, potrebbe davvero avere un impatto sulle partite multiplayer. Il limite è di per sé strano, anche se è probabilmente dovuto più a restrizioni di Internet rispetto a qualsiasi scelta da parte di Sony.

La funzione è stata testata su piccola scala, e sarà interessante vedere quanto bene Share Play sarà in grado di reggere quando l’Update 2.0 entrerà nel vivo. Lo streaming di giochi occupa una massiccia quantità di larghezza di banda, ed è ancora da vedere quanto sarà stabile il servizio quando migliaia di persone lo useranno in contemporanea. Sony ha avuto successo con lo streaming fino ad ora, e ci auguriamo che Share Play se la cavi bene come gli altri servizi di PlayStation 4.

L’Update 2.0 rilascia alcuni grandi cambiamenti per la PlayStation 4. Oltre a Share Play, l’aggiornamento aggiunge alcune funzionalità molto richieste al sistema … meglio tardi che mai! L’Update 2.0 di Playstation 4 sarà disponibile il 28 ottobre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti