WiiU

Dirigente Nintendo vorrebbe Call of Duty su Wii U

Reggie Fils-Aime dice che vorrebbe avere uno qualsiasi dei principali titoli multipiattaforma su Wii U, anche se insiste sul fatto che Nintendo ha ancora grandi esclusive. Il presidente di Nintendo of America ha parlato per dire che sarebbe entusiasta di vedere i titoli di successo su Wii U. In un’intervista con re/code, a Fils-Aime è stato chiesto se ha mai pensato che fosse un problema che alcuni dei più grandi giochi multipiattaforma di quest’anno – tra cui Call of Duty: Advanced Warfare – stiano evitando il Wii U. Il presidente ha risposto dicendo che gli sarebbe piaciuto vedere più titoli di successo sulla console.

Vorrei rispondere alla domanda due modi. Le software house stanno portando contenuti multipiattaforma anche da noi, Watch Dogs di Ubisoft, ad esempio. Mi piacerebbe avere anche Call of Duty su WiiU. Mi piacerebbe avere uno dei grandi blockbuster multipiattaforma.

call-of-duty-wii-u-informatblog

Ma allo stesso tempo, Fils-Aime ha detto che è importante che il WiiU si sia separato da Xbox One e PlayStation 4 – due console che Fils-Aime ha detto non essere molto diverse. “Voglio che i giochi offrano una esperienza differenziata al consumatore”, ha detto. “Guardando le altre due console concorrenti, fondamentalmente, qual è la differenza?”

L’intervistatore ha risposto dicendo Xbox One e PlayStation 4 hanno le loro esclusive. Fils-Aime ha avuto da dire anche su questo, dicendo che Nintendo ha marchi iconici come Mario e Zelda, che non si possono avere su qualsiasi altra piattaforma.

“Ma è interessante notare che quando si guarda a una delle due console rivali, da sole non hanno molti contenuti esclusivi,” ha detto. “Hanno un sacco di contenuti condivisi. Guardandole dal punto di vista di ciò che non hanno si evince che non hanno i nostri giochi. Non hanno Mario e Zelda. Preferirei mille volte essere dove è Nintendo, con una piattaforma differenziata che porta esperienze differenziate al consumatore”.

“Lasciate che gli altri si diano battaglia su quale Call of Duty abbia la miglior grafica”, ha aggiunto. “Mi piacciono le nostre possibilità di avere una console differenziata e una serie differenziata di esperienze”.

Parlando in generale su quello che Nintendo deve fare per attirare più software house per sviluppare giochi per Wii U, Fils-Aime ha spiegato che Nintendo ha bisogno di accrescere la base di console installate. Nintendo ha venduto circa 7,3 milioni di Wii U, una cifra ben al di sotto dei 13,5 milioni di PS4 vendute. Fils-Aime ha anche detto che gli sviluppatori esterni stanno cercando che le console abbiano un “ambiente collegato robusto” così che gli editori possano vendere i loro contenuti aggiuntivi. Fils-Aime è ottimista su entrambi i fronti: ha sottolineato che la base di Wii U è quasi raddoppiata rispetto all’anno scorso, mentre in Nord America “quasi tutti” i Wii U sono connessi ad Internet, ha detto.

“Questo business è costruito su cicli di pianificazione di un anno e mezzo o due anni, in particolare per le console casalinghe” ha aggiunto Fils-Aime. “I prodotti pensati oggi non entreranno nel mercato fino ai prossimi due anni. Così facendo un ottimo lavoro oggi stiamo lavorando per far sì che grandi nuovi contenuti di terze parti arrivino sulla nostra piattaforma. Per noi, questo è il lavoro a lungo termine in cui ci stiamo muovendo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti