Jailbreak

Le domande più comuni sui Jailbreak di iOS 7

Si può modificare il vostro dispositivo iOS per eseguire applicazioni che non sono presenti sull’iTunes App Store con la procedura nota come Jailbreak, ma ci sono effetti collaterali? Proviamo a rispondere a questa domanda e vediamo come eseguire un jailbreak.

Il Jailbreak ha origine con la prima generazione di iPhone, prima che iTunes App Store permettesse alle persone di scaricare applicazioni sul proprio dispositivo. Doveva essere uno sbocco per gli sviluppatori e per gli utenti per sperimentare una piattaforma mobile diversa da qualsiasi altra, ma poi Apple ha ufficialmente sanzionato le applicazioni mobili di terze parti. Oggi, il jailbreak permette di eseguire tutti i tipi di app per iOS – da applicazioni di tematizzazione ad applicazioni che permettono di legare la connessione dati al vostro Mac.

A che cosa serve il jailbreak?

Al centro del jailbreak c’è l’applicazione chiamata Cydia, che andrà installata sul dispositivo (tra gli altri, a seconda del jailbreak particolare che si usa). L’applicazione Cydia (Figura sotto) permette di scaricare applicazioni di terze parti non autorizzate, installarle, poi (attraverso un processo di “respringing”) le visualizza sulla schermata iniziale del dispositivo iOS con tutte le applicazioni dell’App Store. Questo non influirà su altri componenti del vostro dispositivo, e permette ad applicazioni autorizzate e non di coesistere pacificamente.

jailbreak-ios-a-informatblog

L’App Store Cydia offre applicazioni gratuite e a pagamento che non sono consentite sull’iTunes App Store. Le applicazioni non autorizzate potrebbero essere quelle che permettono l’utilizzo di servizi in background che Apple sanziona all’interno di App Store; o potrebbero essere applicazioni che consentono attività non autorizzate (come il tethering), attualmente vietate da Apple a causa di accordi che ha preso con le compagnie.

Il jailbreak sblocca il dispositivo?

Questo è un equivoco comune: il jailbreak del dispositivo non è lo stessa operazione che si fa per sbloccare il telefono. Il jailbreak permette semplicemente al sistema operativo iOS di installare applicazioni di terze parti non autorizzate attraverso un “app store” appositamente progettato per tali applicazioni. Sbloccare il dispositivo, d’altro canto, è l’atto di rimozione del blocco portante per essere in grado di collocare il dispositivo su una rete cellulare diversa. Detto questo, ci sono applicazioni in Cydia che possono anche aiutare a sbloccare il telefono.

Come si fa il Jailbreak di iOS?

L’effettivo processo di jailbreaking del vostro dispositivo iOS si è evoluto da qualcosa da smanettoni a qualcosa che tutti possono fare. Prima di iniziare, ecco quello che serve:

  • dispositivo iOS con installato iOS 7.1.x
  • Pangu Jailbreak Tool (disponibile per Mac e Windows)

Ci sono molti diverse utilità per il jailbreak iOS, ma Pangu è la più nuova e più discussa nella comunità di chi fa jailbreak, ed è disponibile per iOS 7. Assicuratevi che si stia eseguendo iOS 7.1.x, altrimenti non funzionerà. Nel peggiore dei casi, il dispositivo potrebbe richiedere un ripristino di fabbrica. Vediamo i passi per completare il processo di jailbreak:

  • Collegare il dispositivo iOS di cui si desidera effettuare il jailbreak al computer Mac o Windows attraverso USB
  • Scaricare, installare e aprire l’utilità Pangu
  • Fare clic sul pulsante Jailbreak, e seguire le istruzioni sullo schermo (Figura sotto)
  • Vi verrà richiesto a metà strada attraverso l’installazione di aprire l’app Pangu inserita sul dispositivo iOS, e questo vi aiuterà a completare il processo di jailbreak sul dispositivo.

jailbreak-ios-b-informatblog

Pangu vi guiderà attraverso il processo di jailbreak e ad installare Cydia sul vostro dispositivo. Una volta effettuata l’operazione il dispositivo si riavvierà, e da quel punto in poi il jailbreak è fatto. Potrete notare alcune stranezze, come una schermata di avvio modificata e nuovo software sul proprio dispositivo. Le applicazioni installate sul dispositivo sono installate tramite il programma di utilità jailbreak, e includono funzionalità che consentono di installare applicazioni di terze parti (dopo tutto, questo è quello che rappresenta il jailbreak a prescindere di ciò che è ufficialmente sanzionato). Se scoprite di non aver più bisogno del jailbreak, l’unico modo per tornare indietro è di ripristinare completamente il dispositivo da iTunes.

Quali sono le avvertenze?

Come per tutte le procedure non ufficiali, ci sono alcune cose che probabilmente vorrete conoscere prima di fare il jailbreak sul vostro dispositivo:

  • La batteria potrebbe durare di meno, perchè applicazioni jailbreak installate potrebbero eseguire in background, diminuendo la durata della batteria del dispositivo
  • Il jailbreak può invalidare la garanzia (confermato da Apple che non potrete ottenere il servizio presso il Genius Bar con un dispositivo che ha subito un jailbreak, anche se è sempre possibile ripristinare il dispositivo con iTunes)
  • Non è possibile aggiornare il dispositivo una volta fatto il jailbreak senza correre il rischio di potenziali problemi (di solito quando si aggiorna il dispositivo a una nuova release di iOS si rimuove il jailbreak, lasciandovi impossibilitati a fare nuovamente il jailbreak fino a che il prossimo programma di utilità jailbreak viene rilasciato)
  • Il sistema iOS può divenire instabile, portando ad un aumento di crash delle app.
  • Alcune applicazioni di iTunes App Store reagiscono ai dispositivi con il jailbreak disabilitandosi automaticamente per impedire la pirateria di App Store.
  • Il jailbreak può aprire falle di sicurezza in iOS e rendere il dispositivo meno sicuro agli attacchi esterni e hacker.
  • Anche con tutti i difetti e i problemi appena, potrete ancora aver voglia di fare un jailbreak del vostro dispositivo. In questo caso procedete con cautela.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti