Guide

Drivers mancanti: soluzioni per risolvere il problema

Drivers mancanti

Drivers mancanti

Molto spesso dopo una formattazione, o interventi su file di sistema, ci troviamo in una situazione di drivers mancanti. Vediamo come risolvere questo problema in diverse modalità.

Argomenti principali:

Cosa sono i drivers

I drivers sono file contenente codice (assembler) tramite cui il sistema operativo (software) dialoga con i vari componenti fisici del nostro dispositivo (hardware). Ogni diverso componente ha un suo driver specifico che ne gestisce il funzionamento. Questi file, la cui estensione è .sys, sono reperibili mediante il seguente percorso C:\Windows\System32\drivers. Effettuando un copia ed incolla del file non si risolve il problema dei drivers mancanti in quanto questi necessitano di un installazione nel sistema operativo.
Prima di poter effettuare qualsiasi operazione è importante sapere se ci sono problemi e quali sono i dispositivi a cui manca il suddetto file. Per poter visualizzare lo stato dei diversi drivers bisogna fare click con il tasto destro del mouse su computer e selezionare la voce Gestione. Una volta comparsa la finestra Gestione Computer nel riquadro sulla sinistra selezioniamo la voce Gestione dispositivi. Fatto ciò sarà possibile visualizzare l’elenco dei componenti presenti sul dispositivo. Come potrete notare i nomi e le icone descrivono in modo esauriente il componente a cui sono associati, rendendo comprensibile anche ai meno esperti, di quale dispositivo dobbiamo cercare il driver, eccetto particolari casi.

drivers mancanti

Come potrete vedere nella lista, in caso di effettiva mancanza di uno o più driver, il componente associato sarà segnalato da un punto esclamativo in giallo. Possiamo descrivere due diversi tipi di segnalazioni:

  • Nella prima, come quella presente in figura, il sistema operativo non è in grado di fornirvi delle informazioni abbastanza dettagliate sul dispositivo interessato, viene così creata una sezione apposita denominata Altri dispositivi in cui sarà inserito quello in esame.
  • nel secondo caso, potrebbe verificarsi, ad esempio, la situazione in cui i drivers mancano parzialmente, ovvero ne manca uno di un insieme di drivers specifici per un particolare componente. In questo caso il sistema operativo saprà indicarvi in modo specifico qual è il componente a cui si riferisce e qual è il driver mancante al “set”. In questo caso il segnalino sarà posto all’interno di una specifica sezione.

In entrambi i casi la sezione in cui è presentata l’avvertenza di errore è visualizzata in versione estesa. Se desiderata visualizzare i driver degli altri dispositivi sarà sufficiente fare click sul “+” posto alla sinistra di ogni descrizione.

drivers mancanti

Installare drivers mancanti da cd

Per coloro il cui problema si è presentato su Personal Computer o laptop acquistati alcuni anni addietro, vi sarà sicuramente stato fornito un CD contenente tutti i drivers compatibili con la macchina al momento dell’acquisto, questo implica che al momento dell’utilizzo del CD al PC non devono essere state apportate modifiche nella componentistica o sistema operativo.  Nel caso in cui questa FONDAMENTALE condizione non sia rispettata potete seguire uno dei metodi descritti più avanti.
Il CD di vostro interesse riporterà esplicitamente le scritte Drivers e o Motherboard. Se ne siete in possesso inseritelo nel supporto ottico (lettore CD) e installate man mano i diversi drivers presenti nell’elenco. In questo caso, potrete reinstallarli anche tutti, così da avere una maggiore certezza di compatibilità. Se durate l’installazione di uno di questi driver viene visualizzata una scritta che riporta parole simili a “è già presente una versione più aggiornata del driver” non proseguite nell’installazione di quel particolare driver.
Probabilmente se il CD è molto vecchio di lì a pochi giorni saranno disponibili degli aggiornamenti per i vari software.

Prelevare i drivers mancanti dal produttore

Nel caso in cui sappiamo specificatamente qual è il driver mancante e di conseguenza il suo produttore, solitamente specificato nella riga di descrizione insieme al nome, sarà sufficiente una ricerca sul web. Possiamo effettuare la ricerca in due modi:

  •  Possiamo collegarci al sito web del produttore del nostro dispositivo (laptop, personal computer, ecc) e andare nella sezione download. Una volta lì vi sarà richiesto il modello del dispositivo, nel caso in cui non sia riportato direttamente sull’apparecchio, mediante etichetta o serigrafia, potrete cercarlo sullo scatolo in cui era posto al momento dell’acquisto o su uno dei diversi libretti forniti.
  • Il secondo metodo, prevede la ricerca sul sito del produttore del componente, questo significa che, dalla descrizione del driver,  dovrete aver individuato il nome della casa produttrice, ne sono alcuni esempi quelli citati nell’immagine iniziale.
    Una volta collegati al sito dovrete inserire il modello del dispositivo e il sistema operativo su cui è supportato. Questo significa che dovrà essere effettuato un previo controllo di versione del sistema operativo e della CPU, il tutto facendo click con il tasto destro su Computer selezionando Proprietà. In questa schermata comparirà la versione dell’ SO e il processore che potrà essere o a 32 bit o a 64 bit.
    Nell’immagine potrete vedere un esempio di proprietà e i luoghi in cui sono presenti le informazioni a voi utili.

drivers mancanti

Come possiamo notare il secondo metodo richiede una procedura più lunga, dettagliata e meno precisa, si consiglia pertanto, se possibile, di seguire la prima soluzione.
Una volta effettuato il download del driver secondo il metodo più indicato ne potrete effettuare l’installazione in due ulteriori metodi.

Installazione con setup

Questo è il metodo più consigliato, in quanto si presenta come il più veloce e semplice. Se il download comprendere un file .exe o una cartella contenente un file setup.exe eseguitelo (nel caso di versioni successive al windws XP  fatelo come amministratore).
Vi sarà data la possibilità di scegliere la lingua, in primo luogo quella in cui effettuare l’installazione (solitamente l’italiano non è compreso) e successivamente quella del driver (l’italiano è solitamente presente). Dopo aver accettato le condizioni di licenza proseguite fino all’inizio dell’installazione. Nella maggior parte dei casi, avendo installato un file di sistema vi sarà richiesto di riavviare il computer. È imperativo che ad ogni fine installazione di driver se richiesto dal dispositivo deve essere riavviato, anche perché spesso l’installazione sarà ripresa e quindi terminata al riavvio. Nel caso in cui non venga richiesto è consigliato comunque effettuare un riavvio.

Installazione manuale

Può capitare di scaricare delle cartelle contenenti diversi file con estensioni diverse da quelle .exe, questo renderà impossibile un installazione con un semplice doppio click. In questo caso adotteremo un tipo di installazione che possiamo definire “manuale”.

  • Torniamo sulla finestra di Gestione dispositivi, facendo click con il tasto destro del mouse sul nome del dispositivo interessato, selezioniamo la voce Aggiorna software driver…
    drivers mancanti
  • Dalla finestra comparsa selezionare la seconda voce Cerca il software del driver nel computerdrivers mancanti
  • Scegliere successivamente l’opzione Scegli manualmente da un elenco di driver di dispositivo nel computerdrivers mancanti
  • Dalla colonna dei modelli potrete vedere qual è quello a voi interessato. Ora premete il bottone Disco driver… per scegliere il file giustodrivers mancanti
  • Infine da Sfoglia accedere all’elenco dei file presenti, accedere alla cartella e selezionare l’unico file .inf che vi comparirà in elenco.

Al termine della procedura di installazione riavviare il dispositivo per ultimare il processo.

Cercare driver per ID

A volte ci si può trovare ad affrontare una particolare situazione in cui il driver scaricato dal sito dei diversi produttori, a prescindere che sia del dispositivo o del componente, non si esattamente il modello giusto che fa al caso vostro. Questo causerà un continuo rilevamento di errore anche dopo aver effettuato l’installazione.
Per poter risolvere questo problema, dovremo effettuare una ricerca del driver inserendo nel motore di ricerca l’ID. Per poter rilevare l’ID bisogna accedere nella schermata di Gestione dispositivi e selezionare Proprietà. Entrare nella finestra Dettagli e dal menù delle proprietà selezionare ID hardware. Mediante il codice che comparirà nella seconda riga potrete effettuare la ricerca per il vostro driver. Successivamente potrete seguire una delle procedure precedentemente descritte.

drivers mancanti

Installazione e Salvataggio mediante programma

La soluzione più comoda e veloce, fra quelle proposte in questo articolo, è quella di utilizzare un apposito programma. Questa procedura richiede però una di queste due condizioni:

  1. Usare il programma per salvare i dati prima della formattazzione;
  2. Usare il programma per prelevare driver da un dispositivo quasi identico al vostro.

La scelta del programma può essere varia, in rete ve ne sono molteplici con licenza free, nel nostro esempio sarà preso in esame DriverMaxpotremo quindi dare certezza di risultati positivi solo per questo programma in quanto unico testato con più versioni e modelli di dispositivi e sistemi operativi.
Una volta scaricato installatelo, facendo attenzione a deselezionare le spunte pubblicitarie per evitare di installare componenti aggiuntivi di disturbo.
Aprite il programma che vi si presenterà con una interfaccia simile a quella nell’immagine.

Backup dei drivers

Selezionate Driver backup and restore.

drivers mancanti

Nella nuova schermata selezionate la finestra backup driver

drivers mancanti

Comparirà un elenco dei diversi drivers. Accanto a ciascun nome dei drivers presenti mettete una spunta per quelli che desiderate salvare. Successivamente cliccate sul tasto Backup.. in basso a destra, se desiderate salvare tutti i drivers potete selezionare la voce Backup alla drivers, in caso di salvataggio dei soli drivers selezionati scegliete la voce Backup selected drivers. Attendere che l’operazione sia terminata e verrà creato un file compresso .rar o .zip contenente tutte le cartelle dei diversi drivers.

drivers mancanti

Restore drivers form backup

Mediante DriverMax potrete effettuare un installazione dei drivers precedentemente salvati con lo stesso programma. Per fare ciò avviarlo e selezionare Restore drivers from backup

drivers mancanti

Selezionare la voce Load in basso a destra e dal menu Sfoglia selezionare la cartella contenente i drivers.

restore_seleziona

Attendere che il programma termini di installare i driver e riavviare il dispositivo. Al termine avrete correttamente reinstallato tutti i driver compatibili con il vostro dispositivo.

Come precedentemente evidenziato questa procedura è valida solo nel caso in cui voi abbiate effettuato l’operazione di backup sul vostro dispositivo prima della formattazione. Secondo i test effettuati l’operazione di backup può essere effettuata su un dispositivo che abbia le stesse caratteristiche hardware del vostro ma con la possibilità di differire solo nella versione del sistema operativo, a patto che sia la stessa edizione ad esempio dal Windows 7 Basic al Windows 7 Ultimate. Come potrete vedere anche sui diversi siti dei produttori, per edizioni diverse di Sistema Operativo, come il caso di Windows 7, Windows 8 o XP, l’uguaglianza dei soli componenti hardware non è più sufficiente.
Se le condizioni non rispecchiano la vostra situazione dovrete adottare uno dei metodi manuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti