Microsoft

Enorme Microsoft Store in apertura a Manhattan

Microsoft si sta preparando ad aprire un enorme negozio di cinque piani, nel cuore del quartiere dello shopping di New York City. Il Microsoft Store di Manhattan aprirà il 26 ottobre e un altro negozio a Sydney seguirà nel mese di novembre, il primo avamposto all’estero che Microsoft apre in 6 anni. Lo spazio di New York, che Microsoft pubblicizzerà come il suo negozio di punta, si trova in 667 Fifth Avenue, nel cuore di uno dei quartieri più costosi e di alto profilo di tutti gli Stati Uniti.

I vicini di Microsoft includono negozi di abbigliamento di lusso e accessori come Gucci e Armani, spazi commerciali giganti per Ralph Lauren e Uniqlo, così come gioiellierie di lusso. La posizione è a cinque isolati di distanza dal famoso negozio sotterraneo di Apple adiacente al Central Park. “Se volete essere un rivenditore di alto profilo, avrete bisogno di negozi di alto profilo“, ha detto Stephen Baker di NPD Group. “Servono un paio di negozi che davvero si fanno notare rispetto a quelli di un centro commerciale”.

microsoft-store-manhattan-informatblog

Il Microsoft Store di New York, di quasi 7000 metri quadri, sarà il suo più grande. In confronto, l’University Village a Seattle occupa circa 1200 metri quadri. Un locale commerciale come questo nel cuore della Fifth Avenue può costare migliaia di dollari al metro quadrato, e questo significa che l’affitto potrebbe costare a Microsoft diverse decine di milioni di dollari l’anno. “E’ un buon indicatore dei loro obiettivi”, ha detto Baker. “E’ un bel sostegno dalla gestione corrente che gli Store sono importanti per Microsoft”. I due nuovi negozi porteranno il totale dei Microsoft Store a 114.

Gli spazi aperti e ariosi dei Microsoft Store, con tavole di legno e segnaletica luminosa, hanno uno staff che veste con magliette in bianco e nero e che fornisce un importante supporto al cliente. Hanno immediatamente richiamato paragoni con gli iconici Apple Store dopo la prima apertura di Microsoft nel 2009.

Il gruppo di negozi è guidato dall’ex dirigente di Wal-Mart David Porter, che fa capo al COO di Microsoft Kevin Turner, anch’esso un ex dirigente nella vendita al dettaglio. Microsoft non ha mai rivelato se i negozi sono redditizi. I ripiani dei Microsoft Store sono pieni di prodotti Microsoft, compresi software e hardware come il Surface e l’Xbox, così come computer e telefoni prodotti da produttori di terze parti tra cui HP e Lenovo.

La presenza al dettaglio dà a Microsoft un maggiore controllo su come i suoi prodotti vengono visualizzati rispetto a come non sia possibile attraverso altri rivenditori. “Dà loro un po’ più di libertà di cercare di mostrare alcune delle cose che loro e i loro partner possono fare”, ha concluso Baker. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti