Altri produttori

L’ex CEO di Apple John Sculley lancia un nuovo smartphone

John Sculley non è durato in Apple abbastanza a lungo per vedere l’iMac, per non parlare dell’iPhone. Ma ora sta lanciando un bellissimo nuovo smartphone. Obi Worldphone, la società che Sculley ha co-fondato, inizierà a vendere due nuovi smartphone Android nel mese di ottobre. Sembrano eleganti e di stile, in particolare per la fascia di smartphone economica.

Sculley è stato criticato da Steve Jobs e da altri come dirigente Apple focalizzato sulle vendite, che aveva poco know-how tecnico o di ingegneria. Anche se è una semplificazione eccessiva, l’idea è che Jobs era esclusivamente concentrato sul rendere i prodotti Apple belli e facile da usare, mentre Sculley si concentrava esclusivamente sulla massimizzazione del profitto di Apple. Quindi è più che ironico che la missione di Sculley sia ora di vendere smartphone a basso costo splendidamente progettati.

obi-sf1-informatblog

Lo smartphone Obi SF1 costa 200 dollari e ha alcune finiture di fascia alta. E’ in plastica con accenti metallici, bordi curvi, uno schermo HD da cinque pollici, fotocamera posteriore da 13 megapixel, una enorme batteria con ricarica rapida e un processore scattante. Il punto di forza dell’SF1 è però il suo “display fluttuante”. Sembra come se lo schermo rimanga sospeso sul corpo del telefono, si tratta di un aspetto senza dubbio interessante.

Invece l’Obi SJ1.5 da 129 dollari è tutto di plastica ed ha una vasta gamma di colori tra cui scegliere. Ha uno schermo da cinque pollici con una risoluzione inferiore a quella dell’SF1, e una fotocamera da 8 megapixel. Ha anche un processore più lento, e non ha una connessione 4G.

Obi dice che il SJ1.5 è “bello dentro”, qualcosa che Steve Jobs notoriamente chiedeva ai suoi ingegneri per la realizzazione dei dispositivi. Entrambi i telefoni hanno la scritta “designed in San Francisco” sul retro, imitando la pratica simile di Apple. Ma gli smartphone Obi non sono progettati per essere concorrenti degli iPhone: entrambi saranno mirati ad un pubblico più giovane in alcuni paesi del Medio Oriente, Africa e Sud-Est asiatico tanto per iniziare.

Sculley, che ha lasciato Apple nel 1993, è oggi un imprenditore di tecnologia e marketing. Investe in aziende Internet, tra cui la società di analisi Zeta Interactive, la società di rasatura 800Razors.com, e la società di assistenza sanitaria MDLive.

Nel suo nuovo libro “Moonshot!” Sculley discute le strategie per fondatori di startup per far diventare le loro aziende in imprese da miliardi di dollari. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti