Gossip e frivolezzeMicrosoft

Ex-programmatore Microsoft arrestato a causa di Windows 8

windows_8

Ieri sera a Seattle, l’FBI ha arrestato un ex programmatore di Microsoft incolpato per aver diffuso sulla rete delle copie non autorizzate di Windows 8 prima del lancio ufficiale.

windows_8

Alex Kibkalo è colpevole anche di aver rubato l’Activation Server Software Development Kit sviluppato dal colosso di Redmond per contrastare la pirateria del suddetto OS. Alex ha agito inviando le copie di Windows ad un blogger francese il quale ha provveduto a pubblicarle online.

Il motivo che ha spinto l’ex programmatore ad agire in questo modo è riconducibile a delle valutazioni negative ricevute da Microsoft per il suo lavoro, una sorta di vendetta per intenderci. Dopo un intero anno di indagini, l’FBI è intervenuta arrestando l’uomo il quale ha confessato di spontanea volontà. L’uomo verrà giudicato presso il Tribunale distrettuale degli Stati Uniti a breve.

Potrebbe rischiare molti e molti anni di carcere oltre una multa più salata del mare trattandosi del nuovo sistema operativo di casa Microsoft. Considerando che non è stato diffuso l’ Activation Server Software Development Kit che potrebbe permettere ai pirati di attivare definitivamente il sistema operativo, la lieve potrebbe essere più lieve, non ci resta che attendere.

Più che vendetta personale si tratta di un gesto sconsiderato e stolto che gli costerà molto denaro ed anni di libertà.

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti