iPhoneMercati emergenti

Chiusa fabbrica iPhone falsi per 19 milioni di dollari

La reputazione della Cina per produrre merci contraffatte è tornata alla ribalta dopo che la polizia di Pechino ha scoperto una società che quest’anno ha prodotto ed esportato più di 41.000 iPhone falsi per un valore totale di 120 milioni di yuan, pari a circa 17 milioni di euro, soltanto nel 2015.

La polizia ha arrestato nove persone, tra cui una coppia sposata che erano i presunti capi del giro di contraffazione, dopo un raid avvenuto a maggio nella fabbrica, che era mascherata da una società di riparazione di dispositivi, secondo un comunicato pubblicato online sul sito di social media cinese Weibo e ripreso da un rapporto di Reuters.

fabbrica-cina-iphone-falsi-informatblog

La coppia ha acquistato componenti di seconda mano e parti fasulle con il logo di Apple dal centro di produzione di Shenzhen, e poi ha assunto centinaia di lavoratori per ricomporli su sei linee di produzione. Alcuni di questi dispositivi contraffatti sono arrivati fino agli Stati Uniti, dove le autorità hanno scoperto la loro presenza e hanno avvertito le controparti cinesi.

Come descritto dal Wall Street Journal, questo caso è eccezionale per la sua dimensione e portata. Esso deve anche far riflettere sui timori che il paese non abbia correttamente affrontato questioni di produzione e rivendita di repliche quasi esatte di prodotti originali. Nel 2012, la Camera di Commercio Internazionale ha stimato che il valore globale di tutte le merci contraffatte ha raggiunto i 1700 miliardi di dollari, e la Cina da sola rappresenta il 70% del totale dei falsi sequestrati a livello globale.

Questa non è la prima volta che prodotti falsi di Apple sono stati scoperti. Nel 2011, i funzionari commerciali trovarono 22 falsi punti vendita Apple nella città di Kunming, con una tale stretta somiglianza che persino il personale che lavorava nei finti negozi pensava di lavorare in un vero e proprio Apple Store. Il paese è di importanza critica per Apple: nel trimestre più recente, il fatturato in Cina è cresciuto del 112% rispetto all’anno precedente ad una cifra record di 13,2 miliardi di dollari, e la regione è divenuta adesso il secondo mercato più importante per Apple dopo gli Stati Uniti (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti