Apple

Facciamo il punto su Apple a Novembre 2014

Guardando cosa è successo di recente nel mondo Apple, i punti chiave dell’ultimo mese sono i tempi di consegna per i nuovi iPhone, le vendite future di iPad, Apple Pay, una dimostrazione di CarPlay, il traguardo di 800 dollari per azione, le idee per gli sviluppatori di Apple Watch, e l’ultimo strumento iMessage. Qui troverete l’articolo originale.

iPhone: tempi di consegna statici, domanda ancora alta

Durante la fase di lancio di iPhone 6 e iPhone 6 Plus, le vendite sono state guidate più dalla disponibilità dei dispositivi che dalla scelta, poche scorte di magazzino di iPhone 6 Plus nascondono il vero appeal del grosso telefono Apple.

Data la natura statica dei tempi di consegna, la conclusione è che a regime le vendite dei due dispositivi andranno in parità, e non è giusto trarre conclusioni affrettate sulla popolarità relativa fra l’iPhone 6 e l’iPhone 6 Plus.

apple-analisi-informatblog

Vendite di iPad crolleranno del 40% l’anno prossimo?

Un’interessante analisi del potenziale di vendita dell’iPad nel 2014 dell’analista di KGI Ming-Chi Kuo (riportata da Apple Insider) esamina le potenziali vendite dell’iPad durante la prima metà del 2015, e Kuo è piuttosto pessimista. Egli ritiene che il cosiddetto iPad ‘Pro’ da 12.9 pollici non sarà in vendita durante il primo trimestre 2015, mentre gli ordini rispetto all’anno precedente di tutta la gamma iPad scenderanno del 40%.

I fattori che influenzano l’iPad sono già stati discussi (per ribadire: cicli di sostituzione più lunghi, transizioni da iPad alle macchine Mac OSX, e un mercato ormai saturo), ma se le proiezioni sono sostanzialmente esatte, l’idea di vendita e di reddito per replicare il mercato dell’iPhone non è chiaramente probabile.

Apple CarPlay ai nastri di partenza

Il sistema Apple CarPlay è stato annunciato al WWDC di Apple all’inizio di quest’anno. Questo è quello che afferma Pioneer, il primo produttore ad offrire unità compatibili CarPlay.

CarPlay consente di collegare il vostro iPhone ad un’unità principale touchscreen compatibile. Questo non è insolito, ma una volta che i due sono accoppiati arriva la magia. In primo luogo, l’unità principale mostrerà la propria versione di iOS, progettato da Apple stessa, completo di icone e persino il supporto Siri. La cosa fondamentale è che l’iPhone è in controllo. Così l’unità principale è semplicemente lì per fornire una interfaccia touch più grande e per ricaricare il vostro iPhone tramite un cavo USB in dotazione.

Puoi mettere giù quel telefono per un minuto?

Vi siete mai chiesti il motivo per cui continuate a giocare con lo smartphone, facendo salire la quantità di traffico dati utilizzata e aumentando la pubblicità mobile e l’economia freemium? Andrew Cave ha descritto la psicologia di creare dipendenza per i prodotti tecnologici, tra cui l’iPhone, e come le start-up e le aziende imprenditoriali devono essere in grado di imparare da questo.

Ciò che l’utente fa per saziare quella emozione negativa spinge l’uso ripetuto di un prodotto e questo avviene immediatamente, senza pensarci. Il passo successivo è l’azione, un comportamento semplice effettuato in previsione di una ricompensa, qualcosa come dare il via ad un filmato su YouTube o guardare una foto su Instagram. Poi viene una ricompensa variabile, presentata a intermittenza, in modo che gli utenti a volte la ottengano e a volte no…. Infine, vi è una fase di investimento per cui, se gli utenti inseriscono qualcosa in un prodotto – ad esempio i loro dati personali o attrarre fan o follower – aumenta la probabilità del loro ritorno.

Apple si sta avvicinando ad 800 dollari per azione

Anche se il frazionamento azionario ha fatto scendere il valore del singolo titolo, l’analisi storica richiede un po’di aritmetica mentale per un confronto prima e dopo più chiaro. Chuck Jones ha fatto esattamente questo, e ne risulta che il prezzo delle azioni arriva a 800 dollari.

Apple ha raggiunto 113,45 dollari per azione il 13 novembre, l’equivalente di 794,15 dollari per azione prima della sua divisione 7 per 1 all’inizio di quest’anno. L’aumento del 13 novembre di quasi 2 dollari (o circa 13 dollari pre-split) può essere in gran parte attribuibile a Toni Sacconaghi di Bernstein che ha alzato il target price da 110 a 120 dollari citando che i margini potrebbero aumentare nel 2015. Steve Milunovich di UBS ha alzato il tiro da 115 a 125 sulla base dei risultati di vendita di iPhone 6 che soprattutto indicano una forte domanda in Cina per il nuovo iPhone di Apple.

Alcuni suggerimenti per sviluppatori di Apple Watch

MacWorld ha dato un’occhiata alla scena sviluppatore intorno ad iOS, e chiede ad alta voce le applicazioni che gli piacerebbe vedere su Apple Watch:

Sappiamo già tanto sulle capacità di Apple Watch e sulle applicazioni che Apple stessa ha creato per esso, vale a dire l’applicazione Walkie-Talkie, le app Activity e Workout. Ma quando si tratta di app di terze parti ci sono infinite possibilità, e alcune vengono subito in mente per essere particolarmenti utili.

Arriva iMessage

iMessage di Apple ha causato problemi alle persone che hanno lasciato l’ecosistema iOS e si sono spostate su un’altra piattaforma, perché il loro numero di cellulare non poteva essere ‘liberato’ da iMessage, e gli SMS da iPhone ai loro cellulari più recenti sono stati intercettati e passati in iMessage, piuttosto che inoltrati come normali SMS.

Apple ha rilasciato uno strumento per disattivare o spegnere il numero di cellulare in iMessage. Lo strumento è disponibile ma potrebbe non essere sufficiente per alcuni: Amit Chowdhry dà uno sguardo più da vicino al procedimento giudiziario nei confronti di Apple:

Milioni di messaggi sono stati persi a causa del problema tecnico di iMessage, e Adrienne Moore ha intentato una causa contro Apple di recente. Lunedì sera, il giudice distrettuale Lucy Koh ha concesso la mozione sulla base del fatto che il problema potrebbe aver violato le leggi di concorrenza sleale in California. Moore aveva un iPhone 4, ma è passata al Samsung Galaxy S5. Moore afferma che Apple era a conoscenza del problema tecnico, ma non ha rivelato nulla al riguardo. Gli avvocati di Moore stanno progettando di istituire il caso come una class action ed è alla ricerca di un rimborso non meglio specificato per danni.

E per finire …

Se davvero si vuole eseguire un sistema operativo alternativo sull’iPhone, perché non considerare Windows 95? Uno sviluppatore cinese ha preso IDOS, e ha lavorato per installare lo storico sistema operativo. Tutte le note tecniche sono qui, anche se ci chiedamo che cosa ha Windows 95 iOS ha … una schermata blu di errore, forse?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti