Facebook

Ecco come Facebook aiuta a prevenire i suicidi

A partire da mercoledì, Facebook ha lanciato una nuova funzionalità per la prevenzione dei suicidi. Il sito di social media sta collaborando con partner quali Now Matters Now, National Suicide Prevention Lifeline, Save.org e Forefront: Innovations in Suicide Prevention, organizzazioni no-profit che operano per dare agli utenti alcune opzioni quando vedono un amico pubblicare qualcosa di preoccupante. Questa nuova caratteristica Facebook funziona sia su desktop che su mobile.

Se un vostro amico di Facebook posta qualcosa che sembra poter portare all’autolesionismo, sarete in grado di fare clic sulla piccola freccia in alto a destra del post e fare clic su “Segnala Post.” Vi verranno date le opzioni per contattare l’amico che ha scritto il post, contattare un altro amico per supporto o contattare un servizio di assistenza al suicidio tra quelli elencati sopra.

facebook-suicidio-informatblog

Dopo di che, Facebook esaminerà il post. Se secondo Facebook il post indica pericolo, si metterà in contatto con la persona che ha postato. Tale persona leggerà i seguenti messaggi al successivo accesso:

facebook-screen-1-informatblog

In seguito vedrà alcune opzioni per contattare un amico o ottenere consigli e assistenza.

facebook-screen-2-informatblog

Se la persona decide che vorrebbe parlare con qualcuno, le verrà richiesto di chiamare un amico, inviare ad un amico un messaggio Facebook o contattare un servizio di assistenza al suicidio. Potranno anche chiamare o scrivere a un esperto di prevenzione in materia di suicidi. Facebook fornisce anche video che utilizzano storie vere di persone che hanno affrontato pensieri suicidi.

C’è anche una sezione che suggerisce semplici tecniche di rilassamento come la cucina, il disegno, fare una passeggiata o andare in biblioteca. Facebook aiuterà anche a trovare un esperto assistente.

facebook-screen-3-informatblog

Facebook ha il modo per segnalare contenuti potenzialmente pericolosi dal 2011, ma questa è la prima volta che questo sostegno sarà costruito direttamente nei post. Fino ad ora, si doveva cercare la pagina prevenzione suicidi di Facebook e caricare uno screenshot o un URL del post.

La nuova funzionalità di segnalazione è attualmente disponibile per il 50% degli utenti Facebook negli Stati Uniti e sarà lanciata nel resto del paese nei prossimi mesi, ha affermato un portavoce di Facebook a The Huffington Post in un’intervista telefonica.

“Abbiamo squadre di lavoro in tutto il mondo, 24 ore su 24 7 giorni su 7, che verificano ogni rapporto” dicono Rob Boyle e Nicole Staubli di di Facebook in un post sulla sicurezza di Facebook mercoledì. “Hanno la priorità i problemi più gravi, come l’autolesionismo, e inviano aiuto e risorse per le persone in difficoltà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti