Facebook

Facebook fa crashare apposta la sua app Android per misurare la dipendenza degli utenti

Secondo un nuovo rapporto di The Information, Facebook sta mettendo in atto una serie di contingenze dietro le quinte per assicurarsi che gli utenti continuerebbero ad usarlo anche se dovesse uscire dal Play Store. Il rapporto descrive una varietà di pratiche in cui Facebook è impegnata per tentare di ridurre la sua dipendenza da Google, Play Store, e Android.

Per esempio, il social network ha sviluppato alcuni errori artificiali che farebbero crashare la sua app Android per alcuni utenti alla volta. Facebook ha fatto questo, sostiene la relazione, per capire quanto gli utenti sono dipendenti verso il suo servizio. I risultati? Facebook non ha mai visto un caso in cui gli utenti hanno smesso di tentare di accedere all’applicazione. Mentre l’applicazione era bloccata, gli utenti spesso si sono rivolti alla versione web mobile del social network.

Un’altra cosa che Facebook ha fatto è stata offrire agli utenti un modo per scaricare l’app dal suo sito anzichè dal Play Store. In alcuni paesi, il social network ha rimosso l’applicazione dal Play Store e condividendo invece un link da cui gli utenti possono scaricarla.

Con queste strategie Facebook sta essenzialmente facendo alcune prove per vedere quanto possa essere indipendente. La società non vuole fare troppo affidamento su Google per il successo della sua app su Android. Ad esempio, ci sono stati momenti in cui Google ha minacciato di rimuovere l’app del social network dal Play Store per le violazioni delle regole della società. Un’altra volta Google ha minacciato di rimuovere Facebook dal Play Store per la sua pratica di rilasciare nuove app all’interno della app principale senza che l’applicazione venisse scaricata dal Play Store.

Qualora Google e Facebook avessero un diverbio abbastanza forte e la app del social network venisse rimossa dal Play Store, quest’ultima vuole accertarsi che il suo servizio non si blocchi e continui ad essere usato dagli utenti. Se ciò accadrà mai o meno resta ancora da vedere. (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti