Dati finanziariFacebookTwitter

Facebook contro Twitter, un’analisi sui guadagni

I due giganti dei social media hanno reso pubblici i loro guadagni dell’ultimo trimestre. Nonostante la crescente diversità in ambito social network, Facebook e Twitter senza dubbio rimangono le due principali aziende in questo settore, ma dobbiamo anche riconoscere che il primo è molto più grande rispetto al secondo in ogni possibile aspetto in questo momento.

Tuttavia, Twitter rimane il rivale più plausibile per il predominio di Facebook, e quindi i dati economici delle due piattaforme social rilasciati in questi giorni servono per un confronto interessante e informativo.

Facebook

I dati di Facebook per il quarto trimestre del 2014 sono molto incoraggianti. Facebook ha registrato profitti di oltre 700 milioni di dollari, un aumento del 34% rispetto allo stesso periodo del 2013. Inoltre, i ricavi pubblicitari realizzati dalla società sono cresciuti di oltre il 50% a 3,59 miliardi di dollari, e la forte performance della società nel campo mobile è proseguita, con il 70% delle entrate generate dalle vendite di mobile advertising.

twitter-facebook-confronto-informatblog

Facebook ora può vantare circa 1,4 miliardi di utenti attivi ogni mese, un aumento del 13% rispetto a 12 mesi fa. Vale anche la pena sottolineare che questo dato rappresenta il 20% della popolazione di tutto il pianeta! Inoltre, i profitti totali sono raddoppiati rispetto al dato del 2013, raggiungendo quasi 3 miliardi di dollari.

Queste cifre sono eccellenti e Facebook ha certamente fatto un grande lavoro per monetizzare i suoi contenuti e raggiungere la redditività. C’è stata una particolare enfasi posta sul cellulare, ed è chiaro che il leader del mercato dei social media sta incassando in maniera estremamente efficiente in questo reparto.

Tuttavia, Facebook è in pericolo, potrebbe raggiungere un soffitto di vetro. La quantità di profitto che l’impresa ha fatto su ogni dollaro di reddito è diminuita in questi ultimi dati dal 44 al 29% rispetto all’anno precedente. Questo può in qualche modo essere mitigato dal fatto che Facebook ha investito pesantemente nel marketing e nella ricerca e sviluppo nel corso dell’anno solare, con il dato relativo a quest’ultima fase quasi triplicato a 1,1 miliardi di dollari.

E Facebook ha certamente diversificato i suoi interessi negli ultimi mesi e anni, investendo in acquisizioni, come ad esempio Instagram, WhatsApp e Oculus Rift. Questa non è una società che sta ferma, tantomeno consente al suo modello di business di crescere stantio.

Tuttavia, Facebook dovrà chiaramente affrontare questioni importanti di crescita nel prossimo futuro. La crescita degli introiti pubblicitari per i siti di social media sta cominciando a rallentare, e anche se il numero di utenti mensili è aumentato per Facebook, scavando più a fondo in queste cifre si nota che l’engagement forse non aumenta così facilmente.

Gli utenti attivi giornalieri sono importanti per Facebook come il numero di utenti che si connettono al sito su base mensile, e secondo i parametri della società l’engagement si è appiattito durante l’ultimo trimestre del 2014. E con tutta la buona volontà del mondo, una volta che hai attirato il 20% della popolazione mondiale c’è difficoltà ad attirare nuove persone sulla piattaforma.

Questo è il motivo per cui il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg si sta impegnando nei paesi in via di sviluppo, ma la Cina ad esempio ha già i suoi siti di social media affermati, e accedere al mercato cinese profondamente gestito centralmente, in particolare per una società di Internet, è estremamente impegnativo.

Twitter

Considerando che Twitter sta disperatamente lottando per qualsiasi tipo di profitto, c’erano grandi aspettative per gli ultimi documenti contabili della società. Twitter può attrarre una grande quantità di attenzione e il suo fatturato è stato abbastanza impressionante, ma la società ha visto una perdita dopo l’altra nella sua breve vita in borsa.

Il quarto trimestre del 2014 non ha fatto eccezione a questa regola, e Twitter ha riportato una perdita netta di 125 milioni di dollari. Tuttavia non è stata una cattiva notizia per la piattaforma di social media. In primo luogo, questa cifra è stata superiore alle aspettative degli analisti, e la società ha detto che il suo fatturato è cresciuto più rapidamente del previsto nel quarto trimestre del 2014, con un incremento del 95% a 479.000.000 di dollari.

Twitter ora vanta quasi 300 milioni di utenti attivi, con 288 milioni di persone che accedono regolarmente al sito, con un aumento del 20% rispetto a 12 mesi prima. Tuttavia, Twitter sta anche apparentemente vivendo gli stessi problemi di Facebook. Il sito è stato solo in grado di attrarre 4 milioni di nuovi utenti nel corso degli ultimi tre mesi, un rallentamento significativo della crescita dell’utilizzo rispetto all’anno precedente.

Resasi conto che questo è un dato significativo per il sito di social media, la dirigenza di Twitter ha tentato di difendere il rallentamento dei nuovi utenti affermando che 4 milioni di utenti sono stati persi a causa di un bug nell’integrazione di app di terze parti. Dick Costolo, amministratore delegato di Twitter, ha dichiarato che credeva che la crescita sarebbe rimasta solida per tutto il 2015, ad un tasso simile a quello dei primi tre trimestri del 2014.

E’ particolarmente degno di nota che la crescita degli utenti negli Stati Uniti per Twitter ha quasi raggiunto un punto morto, la società indica di avere circa 63 milioni di utenti attivi negli Stati Uniti; esattamente lo stesso numero registrato durante il trimestre passato. Questa non è una buona notizia per la società nel mercato commerciale della più grande economia del mondo.

A parte i suoi problemi economici, però, Twitter ha anche un altro grosso problema da affrontare. Rapporti interni hanno indicato che il comitato esecutivo di Twitter è consapevole del fatto che il bullismo e il trolling sul sito scoraggia le persone ad usarlo, influenzando negativamente la percezione di Twitter nei media.

Conclusione

In ultima analisi, dai risultati rilasciati da Facebook e Twitter è emerso che entrambe le due più grandi piattaforme di social media del mondo stanno essenzialmente vivendo gli stessi problemi. Entrambi hanno problemi di crescita da affrontare, in quanto semplicemente non ci sono tante altre persone al mondo che non hanno già sentito parlare di Facebook e Twitter che potrebbero desiderare di registrarsi. E inoltre la diversificazione nel mercato dei social media, con molti nuovi siti online, inevitabilmente influenzerà entrambe le piattaforme.

Molto semplicemente, Facebook e Twitter hanno sempre beneficiato di una certa qualità, che forse sta per scomparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti