Facebook

Facebook da oltre un anno lavora per creare un News Reader

Facebook1Facebook da più di un anno lavora in segreto per creare un nuovo progetto mirato per gli utenti mobili, secondo il Wall Street Journal, Facebook ha intenzione d’intraprendere la via editoriale e di fare concorrenza alle maggiori testate di news online, un tale progetto ci lascia intuire che la società ha intenzione di lanciare una sorta di quotidiano digitale per gli utenti di telefonia mobile utilizzando proprio l’applicazione di Facebook, sempre mantenendo lo spirito di libertà e divulgazione, quindi lasciando che sulla piattaforma possano partecipare gli utenti in tempo reale, tramite commento.

Un obiettivo ambizioso e l’azienda volutamente proprio in questi giorni ci ha dato un piccolo indizio introducendo i tag su Facebook.

Ma d’indizi l’azienda di Mark Zuckerberg ne aveva lanciati molti per farci capire che qualcosa d’importante si stava preparando all’orizzonte, quasi una settimana fa a sorpresa Instagram introduce i video brevi, massimo 15 secondi, scatenando la sprezzante risposta di Vine che si è sentita colpita direttamente da questa nuova funzione di Instagram.

In molti dopo le ultime novità introdotte da Facebook, stanno speculando che l’atteso annuncio non sia un News Reader ma bensì un semplice aggiornamento dell’applicazione che introdurrà i feed per RSS, soprattutto ora che Google ha annunciato che sta progettando di mandare in pensione il proprio reader entro il 1° luglio.

In entrambi i casi, una cosa ci è chiara e lampante, l’obiettivo di Facebook è quello di creare maggiori opportunità per la pubblicità. Che sia un progetto editoriale di nuovo corso o un lettore RSS o video su Instagram divulgati da Facebook per diffondere le news,di sicuro saremo esposti ad una nuova ondata di pubblicità, di cui noi poveri utenti ci toccherà sorbirne silenziosamente gli spot o banner che siano.

2 comments
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti