Caricamento in corso...
Facebook

Facebook Instant Articles per tutti gli editori da aprile

Gli Instant Articles di Facebook saranno disponibili per tutti gli editori a partire dal 12 aprile. L’annuncio è stato diffuso dalla società lo scorso mercoledì. Gli Instant Articles, inizialmente lanciati per solo nove pubblicazioni nel maggio dell’anno scorso, consente agli articoli di caricare fino a 10 secondi più veloce quando gli utenti di Facebook fanno clic su un link alle notizie sul proprio dispositivo mobile. Ora, centinaia di editori già usano gli Instant Articles, ma l’espansione di aprile è rischia di rendere il formato onnipresente.

Gli Instant Articles spogliano gli articoli di notizie in modo che siano digitalmente magri ma visivamente piacevoli, e Facebook li precarica mentre gli utenti scorrono verso il basso in bacheca. Gli utenti sono più propensi a cliccare e condividere articoli in questo formato; per il momento, gli editori che formattano i loro articoli con questa offerta possono mantenere tutte le loro entrate pubblicitarie e i sistemi di analisi.

facebook-instant-articles-informatblog

“Le organizzazioni dei media e i giornalisti sono parte integrante di Facebook, e siamo impegnati a fornire prodotti migliori per gli editori e i loro lettori”, ha detto il product manager Josh Roberts in un post sul blog. “Con Instant Articles, gli editori hanno il pieno controllo sul look delle loro notizie, così come sui dati e sugli annunci pubblicitari”.

Anche se la maggior parte degli editori sperano nel traffico aggiuntivo che questo formato dovrebbe generare, alcuni hanno espresso la preoccupazione che Facebook potrebbe modificare l’accordo relativo alle entrate pubblicitarie dopo che sempre più siti di notizie si baseranno sugli Instant Articles, essenzialmente attirando gli organi di informazione in una trappola costosa.

Quando è stato chiesto da The Verge se Facebook avrebbe cominciato a prendere una parte delle entrate pubblicitarie degli editori, Roberts ha detto: “Siamo impegnati ad essere un buon partner qui”. Cosa ne pensate di questa svolta? Credete che gli Instant Articles possano cambiare il modo di fare informazione? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto! (Fonte)

Ti è piaciuta questa notizia? Condividila sui tuoi social preferiti!
Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti