Facebook

Finalmente Facebook farà un pulsante ‘non mi piace’

La gente si chiede da anni se Facebook farà mai un pulsante “non mi piace“, e da anni Facebook dice che non l’avrebbe mai fatto. E’ ovvio perché questo ciclo accade: c’è un impulso naturale a voler vedere un pulsante “non mi piace” accanto all’onnipresente tasto ‘mi piace’ di Facebook, ma ci sono anche alcuni problemi reali.

Facebook non vuole che la gente usi “non mi piace” come un modo per infastidire o mancare di rispetto ad altre persone, e – più cinicamente – è possibile sostenere che certamente non vuole che la gente metta il “non mi piace” ai messaggi sponsorizzati che le aziende pagano per comparire nella vostra bacheca (a proposito, non dimenticate di mettere il “mi piace” a questo articolo :)).

facebook-non-mi-piace-informatblog

Detto questo, Facebook ci ha evidentemente pensato su, cambiando idea. Sta facendo un pulsante “non mi piace” – o qualcosa di simile – che a quanto pare sta per andare in fase di test. “La gente chiede il pulsante ‘non mi piace’ da molti anni … e oggi è un giorno speciale, perché oggi è il giorno in cui effettivamente posso dire che stiamo lavorando su di esso e siamo molto vicini a pubblicarlo in fase di test”, ha detto oggi il CEO di Facebook Mark Zuckerberg nel corso di una sessione pubblica Q & A, secondo quanto riportato dalla CNBC.

Non ci sono molti dettagli al di là di questo, ma Zuckerberg dice che l’obiettivo di Facebook è quello di implementare il pulsante in modo da renderlo uno strumento per “esprimere empatia”, come a non gradire un momento triste che amico sta passando, piuttosto che un modo per ferire qualcuno. Così, mentre Zuckerberg potrebbe averlo definito un pulsante “non mi piace”, ciò che Facebook sta costruendo potrebbe essere qualcosa come un pulsante per la condivisione di compassione quando un pollice in alto è socialmente inappropriato.

“Non vogliamo trasformare Facebook in un forum dove le persone votano su o giù sui post della gente”, ha detto Zuckerberg. “Non mi sembra il tipo di comunità che vogliamo creare: nessuno vuole condividere un momento importante e vedere che a qualcuno non piace”. In sostanza non vuole trasformare Facebook in Reddit, e dati i suoi recenti problemi, sembra una solida linea di condotta. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti