Caricamento in corso...
Facebook

Ecco perchè Facebook vi ha chiesto se siete sani e salvi dopo l’esplosione in Pakistan

Dopo l’esplosione mortale a Lahore, in Pakistan, avvenuta la scorsa domenica, Facebook ha attivato la sua caratteristica denominata ‘Safety Check‘ per l’ottava volta quest’anno. Tuttavia, un errore ha fatto sì che a molti utenti a migliaia di chilometri di distanza dai bombardamenti venisse chiesto (per errore) se erano o meno al sicuro.

Gli utenti in luoghi come Londra, New York e Roma hanno espresso proprio su Facebook i loro sentimenti contrastanti di confusione, fastidio e, in alcuni casi, di allarme, dopo aver ricevuto erroneamente messaggi o notifiche relativi al ‘Safety Check‘.

facebook-pakistan-safety-check-informatblog

Alcuni avvisi fanno riferimento ad un’esplosione senza indicarne la posizione, il che ha portato alcuni utenti a temere che fosse avvenuto un attacco vicino a loro del quale non erano a conoscenza. Gli avvisi sulla app per smartphone hanno invece fatto riferimento a Lahore. “Questo mi ha veramente mandato fuori di testa fino a quando non mi sono reso conto che Facebook pensava che io fossi in Pakistan”, ha scritto un utente di Facebook su Twitter.

Facebook ha detto che “molti utenti” sono stati colpiti dal bug, ma l’azienda non ha dichiarato un numero esatto. Il social network ha detto che “si è messo all’opera rapidamente per risolvere il problema” e si è scusato con tutti gli utenti che involontariamente hanno ricevuto l’avviso. L’esplosione di domenica ha ucciso più di 60 persone.

“Abbiamo attivato Controllo di sicurezza oggi a Lahore, in Pakistan, dopo che un’esplosione che ha avuto luogo in città”, ha scritto Facebook in un post. “Purtroppo, molte persone non colpite dalla situazione hanno ricevuto una notifica nella quale veniva chiesto se fossero a posto. Questo tipo di errore è contro la nostra volontà e stiamo lavorando per risolvere il problema il prima possibile”. Avete ricevuto anche voi la notifica del Safety Check di Facebook? Fatecelo sapere nei commenti qui sotto! ()

Loading...
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti