Facebook

Facebook si scusa per il dolore causato dal video del 2014

Fino ad adesso, Facebook ha direttamente chiesto scusa a più di una persona per la quale il video dell'”anno in breve su FB“, che sta riempiendo le bacheche di tutti gli utenti, ha riportato alla mente ricordi dolorosi del 2014.

Gli anni possono essere pieni di alti e bassi, ma l’algoritmo di Facebook utilizzato per evidenziare le foto con più ‘mi piace’ degli utenti non permette agli utenti di scegliere quali foto vogliono evidenziare, eliminando la possibilità di lasciare fuori le immagini di persone che non volevano ricordare.

Lo scrittore e consulente web design Eric Meyer ha scritto in un post sul suo blog che a causa della perdita di sua figlia di sei anni per un cancro al cervello nel 2014, il suo anno non è stato “grande” come il video di Facebook avrebbe dichiarato.

“Per quelli di noi che hanno vissuto la morte di persone care, o trascorso del tempo in ospedale, o sono stati colpiti da un divorzio o dalla perdita di un lavoro o di una qualsiasi delle centinaia di crisi, potremmo non voler dare un altro sguardo a questo anno passato”, ha scritto Meyer. “Per me vedere il volto di Rebecca e leggere “Ecco com’è stato il tuo anno” è stridente. Si sente male, e provenendo da una persona reale, fa male davvero. Venendo da un algoritmo informatico, è solo sfortuna”.

In una dichiarazione al Washington Post, Jonathan Gheller di Facebook ha detto di aver raggiunto a Meyer e si è scusato per qualsiasi dolore che il video potesse avergli causato.

“L’applicazione è stata fantastica per tantissima gente, ma è chiaro che in questo caso a lui ha portato dolore piuttosto che gioia. E’ un feedback prezioso”, ha detto Gheller. “Possiamo fare meglio – Sono molto grato che ha tolto del tempo al suo dolore per scrivere il post sul suo blog”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti