Facebook

Facebook sta morendo? I ragazzi preferiscono Instagram e Twitter

Facebook non sarà più il futuro. Instagram e Twitter sono i nuovi luoghi di ritrovo alla moda online per gli adolescenti di oggi, secondo un sondaggio semestrale condotto da Piper Jaffrays. Nell’edizione autunnale dell’indagine sugli adolescenti, Piper Jaffrays riferisce che meno della metà dei ragazzi intervistati, per la precisione il 45% su un totale di 7.200 ragazzi, non considera Facebook il social network preferito per la condivisione delle loro vite e dei loro pensieri quotidiani. Questo è un calo significativo rispetto al 72% della scorsa primavera.

Invece, i ragazzi stanno affollando il servizio di image-sharing (di proprietà di Facebook) Instagram come luogo preferito per condividere online. Il rapporto dice che l’utilizzo di Instagram negli adolescenti è balzato al 76% dal 69% dell’ultimo trimestre. Anche Twitter è stato preferito da più ragazzi, con il 59% di essi che utilizza la piattaforma di micro-blogging, anche se l’utilizzo è sceso dal 63% dell’ultimo sondaggio.

Questa è una pessima notizia per Facebook,” dice l’analista Patrick Moorhead di Moor Insights & Strategy. “I sostituti di Facebook, come Instagram o Snapchat, sembrano spuntare fuori ogni anno, fornendo agli adolescenti un’alternativa in cui probabilmente non troveranno i loro genitori”.

facebook-sta-morendo-informatblog

Dan Olds, analista di Gabriel Consulting Group, è d’accordo. Dato che gli utenti più anziani vanno su Facebook, il social network sta perdendo il suo appeal verso i ragazzi, che non vogliono i loro genitori, nonni, zie e zii che controllano su di loro e tutti i loro amici di Facebook. Questo fatto, combinato con l’aumento di applicazioni di messaggistica e alternative anonime, come Snapchat, Whisper e Yik Yak, dove gli adolescenti non hanno a che fare con la pressione di dover utilizzare di un’identità vera on-line, hanno spinto molti ragazzi più giovani lontani dal più famoso social network al mondo.

Il Fondatore e CEO di Facebook Mark Zuckerberg lo sa, ed è per questo che Facebook ha investito sull’acquisto di Instagram. Nel 2013, ha anche pubblicamente riconosciuto che Facebook non è più cool. “Abbiamo quasi 10 anni, quindi non siamo sicuramente più una cosa di nicchia”, ha detto. Instagram può aiutare a tenere a galla Facebook se i ragazzi decidono di lasciare il social network a causa della presenza dei loro genitori; il servizio di foto-sharing è attualmente senza pubblicità in quanto non ha lavorato in questa direzione come invece ha fatto aggressivamente Facebook.

Se, tuttavia, Instagram decidesse di popolare il suo sito e l’app con più annunci rispetto a quelli a cui la maggior parte degli utenti è abituata, e i ragazzi decidessero di fuggire, proprio come quello che stanno facendo con Facebook, anche il più grande social network del mondo potrebbe essere nei guai. “Gli utenti più giovani sono molto volubili”, dice l’analista Rob Enderle di Enderle Group. “Stanno scegliendo la loro strada. Alla fine, il pubblico invecchierà e il mercato vedrà il declino come inevitabile, il prezzo delle azioni crollerà come pure la valutazione d’azienda.”

Altri analisti ritengono che l’esodo degli adolescenti non significhi esattamente morte per Facebook, visto che il mercato di Facebook non si limita a loro ma fa appello ad un pubblico più vasto a livello mondiale. “Facebook ha la volontà in futuro di offrire molti tipi di esperienze sociali online“, sottolinea l’analista Brian Blau di Gartner. “Il sito e l’app Facebook oggi vengono utilizzate da una grande varietà di persone e aziende, che continuerà a crescere in quanto aiutano gli utenti attualmente non online in tutto il mondo ad andare online”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti