Facebook

Facebook viola la privacy degli utenti spiando le conversazioni private

facebook

Matthew Campbell e Michael Hurley hanno accusato Facebook presso la Corte Distrettuale del Northern District of California, di spiare le conversazioni private degli utenti al fine di proporre loro pubblicità mirate.

facebook

 

Di seguito vi riportiamo uno stralcio del testo:

I messaggi che gli utenti scambiano in privato, vengono intercettati da Facebook per scopi pubblicitari. Nel 2013 i ricercatori che si occupano di salvaguardare la sicurezza degli utenti sulla rete, hanno scoperto che il social network analizza i link scambiati tra gli utenti per proporre contenuti a tema in grado di catturare la loro attenzione durante l’utilizzo di Facebook.

Le pubblicità che vengono realizzate e proposte agli utenti durante la navigazione su Facebook, sono basate non solo sui contenuti postati dagli stessi ma anche sulle proprie discussioni personali ed intime.

In altre parole come fa un qualsiasi altro colosso aziendale, anche Facebook non si limita solo ai contenuti che vengono postati dall’utente sulla propria bacheca, per offrire pubblicità mirate ma spia addirittura le conversazioni private per scoprire se due o più utenti si scambiano informazioni e link su un determinato prodotto. Chiaramente si tratta per ora solo di accuse, non vi sono prove tangibili a dimostrazione di quanto affermato, per cui non ci resta che attendere per vedere l’evolversi della vicenda.

Via

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti