Internet

Gli italiani e internet: uno su tre non si è mai connesso

Ogni secolo della storia recente dell’uomo è stato contrassegnato da un grande evento, una grande scoperta, un grande cambiamento nei comportamenti e nelle abitudini. Il ventunesimo secolo sarà per sempre ricordato come il secolo di Internet: da passatempo per pochi e fenomeno di costume è in breve tempo diventato parte integrante della nostra vita, o almeno quella dei paesi sviluppati.

Ma non quanto ci si potrebbe aspettare: l’utilizzo di Internet nel mondo, e in particolar modo in Europa, non è costante per tutti i paesi ma varia in modo netto: da un lato ci sono le nazioni altamente sviluppate come Gran Bretagna, Islanda, Danimarca e Norvegia, che hanno un tasso di adozione di Internet pressochè totale, dall’altro invece ci sono altri paesi, a prima vista i meno sviluppati dell’Eurozona, che ancora esitano a vedere la loro popolazione connessa alla rete. E’ il caso di Romania, Bulgaria, Portogallo, Grecia, e purtroppo anche Italia. Il nostro paese infatti vince la speciale classifica del numero più elevato di abitanti che non si è mai connesso a internet.

Andiamo per gradi, analizzando la situazione in Europa. Secondo i dati Eurostat, nell’ormai lontano 2006 soltanto il 31% della popolazione tra i 16 e i 74 anni usava il web una volta al giorno, mentre a fine 2014 questo dato è balzato al 65%. Al contrario, chi non ha mai usato Internet nel 2006 era il 43%, mentre nel 2014 soltanto il 18%.

In Italia però questa situazione non è rispecchiata: dalle statistiche emerge un paese che non riesce a stare al passo coi tempi, vecchio e ancorato al passato: chi non utilizza Internet è il 32% della popolazione, al quarto posto dietro Grecia, Bulgaria e Romania, ma con un pessimo tasso di miglioramento (basta pensare che in Bulgaria si è passati dal 71% al 37%, mentre in Italia dal 2013 al 2014 si è passati soltanto dal 34% al 32%). Ecco il grafico che mostra l’utilizzo di Internet da parte della popolazione europea (Fonte: chiavetta-internet.net).

internet-europa-informatblog

Ma quali siti web visitano gli italiani connessi a Internet? La classifica di Alexa, azienda che si occupa di fornire statistiche sui siti web mondiali, risponde a questa domanda. Essa viene aggiornata con una certa frequenza, quella attuale presente sul sito riporta la seguente top 20:

  • Google.it
  • Facebook.com
  • Google.com
  • Youtube.com
  • Amazon.it
  • Yahoo.com
  • Wikipedia.org
  • Libero.it
  • Ebay.it
  • Repubblica.it
  • Subito.it
  • Corriere.it
  • Live.com
  • Virgilio.it
  • Twitter.com
  • Linkedin.com
  • Mediaset.it
  • Altervista.org
  • Gazzetta.it
  • Ilmeteo.it

La lista dei 20 siti più visitati in Italia non è molto sorprendente, e non si discosta molto dalla classifica mondiale (la quale vede Google comandare, seguito da Facebook, Youtube e Yahoo). Sembra diminuire anche l’interesse per i siti per adulti: il primo della classifica è soltanto alla posizione numero 33, dietro a siti di informazione con una certa reputazione quali Il Fatto Quotidiano e Il Sole 24 Ore. Sembra davvero che gli italiani – o almeno i due terzi che navigano – stiano imparando ad usare Internet?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti