GoogleNews

Google I/O 2014: i migliori 5 momenti

La conferenza Google I/O 2014 ha senz’altro avuto il suo picco quando è stata presentata la versione aggiornata di Android, il suo sistema operativo mobile. In media la convention di quest’anno è stata più contenuta, più soft. Non ci sono stati show paracadutistici per annunciare i Google Glass e alcuni prodotti come l’orologio Moto 360 sono ancora velati nelle tenebre. Ciò non interessa al nutrito pubblico di Android: mentre alcune aziende lottano per espandersi in nuove categorie di prodotti, Google si sta muovendo verso orologi, televisori, giochi set-top box e persino automobili.

Ecco i 5 momenti salienti del Google I/O 2014:

Presentazione di Android L

Android L è la versione più recente del sistema operativo rivale di iOS 8, e nonostante il nome non sia ancora appetibile sarà comunque mangiato ben volentieri dalla community Android. Questa versione offre prestazioni e design ottimizzati: per prima cosa le notifiche vengono incorporate nella schermata di blocco, non sarà più necessario sbloccare scorrere e leggere, è tutto lì. Il telefono o tablet si sbloccherà automaticamente ogni volta che sarete vicino ad esso, mentre indossate un dispositivo Bluetooth collegato. Se non è in grado di rilevarvi, lo schermo si auto-bloccherà come precauzione di sicurezza.

google-io-2014-informatblog

Al di là della lockscreen, Android L sarà migliore rispetto all’aggiornamento precedente: l’interfaccia utente è coerente tra Android, Chrome OS e Android Wear.

Android Wear

La piattaforma SmartWatch di Google ha fatto il suo debutto sul palco del Google I/O con la società che l’ha definita una “nuova fase nella miniaturizzazione della tecnologia.” L’LG Watch e l’appena annunciato Samsung Gear Live sono adesso disponibili su ordinazione negli Stati Uniti; i fortunati presenti al Google I/O riceveranno l’orologio o il Moto 360.

Per tutti gli altri, la data di uscita del Moto 360 è in stallo, con un’idea vaga per un lancio estivo e il prezzo ancora non specificato. Il pubblico dei Google Glass non è comunque interessato a questi discorsi.

Solo adesso è possibile rendere un computer potente e comodo sul corpo tutto il giorno, secondo Google. E le conversazioni saranno molto più comode, questo perché gli utenti Android tipicamente controllano il loro telefono 125 volte al giorno, secondo Google. Invece di ottenere sempre più spazio con i phablet come il Galaxy Note 3, uno smartwatch Android sul polso mostrerà rapidamente le informazioni pertinenti a colpo d’occhio.

Android Wear supporta display sia circolari che a forma quadrata e seguiranno la tendenza del design delle interfaccia utente di Google, con menu a icone strisciabili. Strisciando e tenendo premuto cambiano le icone e le opzioni. Sono state mostrate come demo delle applicazioni per promemoria e navigazione tramite Google Maps per cellulari, ed è disponibile una SDK per sviluppatori Android Wear. I consumatori dovrebbero iniziare a vedere le applicazioni per gli orologi appena essi saranno disponibili sul mercato.

Android Auto

Anche se guidare e armeggiare con uno smartphone è pericoloso e in molti casi illegale, la gente ancora lo fa. Ecco perché Google sta introducendo un rivale di CarPlay di Apple. Android Auto porta l’esperienza nel campo degli smartphone di Google sullo schermo della vostra auto e supporta i tasti al volante, i pulsanti sulla console e il touchscreen. Tutte le applicazioni sono ancora in esecuzione sul telefono, ciò significa che l’esperienza è sempre migliore ogni qual volta si aggiornano le applicazioni Android o ogni volta che si acquista un nuovo telefono. Non dovrete comprare una nuova auto per migliorare l’esperienza.

Questo traguardo significa anche che Google Maps potrà finalmente essere presente nei vostri sistemi di navigazione in auto. La piattaforma di navigazione preferita dagli utenti sarà affiancata da contatti familiari di Google, messaggi, promemoria e servizi musicali.

Il ritorno di Android TV

Sapevamo già che Google avrebbe rinominato piattaforma Google TV come Android TV, ma oggi è stata la prima volta che ne è stata presentata una demo ufficiale sul palco con nuove funzionalità. L’esperienza di scorrimento agevole dell’interfaccia utente è accoppiata con nuove funzionalità di ricerca vocale, che va oltre la ricerca di titoli di film e spettacoli televisivi come il Fire TV di Amazon.

Google Voice ricerca ad esempio le attrici portando in primo piano le loro biografie per aiutarvi a rispondere a “cos’altro conosco di lei?”. La stessa cosa accade quando vi chiedete “un film candidato all’Oscar” di un determinato anno, e vi rendete conto che non siete d’accordo con nessuno dei votanti dell’Academy Award. Android TV ha anche supporto nativo per il gioco, anche se ci dovremmo aspettare giochi tablet sulla linea di NBA Game. La nuova piattaforma TV è in arrivo questo autunno e i partner sono produttori di televisori tra cui Sony, Sharp e Philips.

Chromecast

Chromecast non è stato lasciato fuori sulla scia del debutto al Google I/O di Android TV. L’app per streaming sta diventando ufficiale, il Chromecast farà mirroring dei dispositivi Android. Per dimostrare che tutto quello che sta sul vostro smartphone o tablet può essere messo sul grande schermo, Chromecast è stato utilizzato per riflettere l’applicazione fotocamera di Android.

Che cosa mancava?

Google I/O non ha dato molti annunci a sorpresa. Questo significa che siamo stati soddisfatti, e le previsioni che avevamo sull’evento si sono rivelate vere. Chiaramente, Google non era pronto a svelare il suo esercito di robot guidati dal creatore di Android Andy Rubin.

Inoltre stranamente era assente Google Glass. La società si è lanciata nel campo dei dispositivi indossabili, ma il suo gadget facciale non ha ottenuto molto successo al di fuori dei fan sfegatati dei Google Glass.

Molte delle sorprese effettivamente sono venute fuori in annunci pre-Google I/O. Il progetto Google Glass è stato aggiornato a 2GB di RAM, il doppio delle specifiche di memoria previste. Detto questo, Google ha svelato un nuovo smartwatch Android, il Samsung Gear Live. Assieme all’LG G saranno disponibili da oggi. Il Moto 360, come previsto, sarà rilasciato in una data successiva.

Nuovi tablet, nel frattempo, potranno uscire il mese prossimo. Ciò accadde anche lo scorso anno quando il Nexus 7 e Chromecast vennero lanciati un mese dopo il Google I/O 2013. In conclusione è stato un Google I/O più orientato agli sviluppatori, ma la conferenza ha dimostrato con successo come l’azienda sta cercando di legare tutti i suoi sforzi insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti