GoogleGoogle Plus

Google acquisisce Polar per migliorare Google Plus per cellulari

Google sta portando Polar verso Google Plus, nella speranza che il team dietro il popolare servizio di opinion-tracking sarà in grado di riscaldare il social network di Google. Anche se resta da vedere quanto l’ultima acquisizione di Google potrebbe meglio adattarsi alla sua esperienza, David Besbris, vice presidente del dipartimento di ingegneria di Google ha detto al Wall Street Journal che la squadra di Polar lavorerà per rendere Google Plus più user-friendly su dispositivi mobili.

La linea corrente di business di Polar, che sarà in fase di arresto alla fine dell’anno, è proprio quello che il suo nome suggerisce: sondaggi facili da usare che possono essere riempiti tramite vari servizi web e applicazioni. E non stiamo parlando di sondaggi pieni di centinaia di opzioni. Piuttosto, le offerte di Polar sono più del tipo “Ti piace più Mario o Luigi”.

“Polar è iniziato con la semplice idea che ognuno ha un parere che vale la pena ascoltare. Da allora tutti i 449 utenti di Internet ci hanno detto il loro parere votando su un sondaggio su Polar. I nostri più profondi ringraziamenti vanno a tutti loro e a ciascuno di voi,” si legge nella descrizione di Polar. L’azienda fu fondata circa due anni fa da Luke Wroblewski e Jeff Cole-il primo già co-fondatore e Chief Product Officer di Bagcheck, e il secondo, il co-fondatore di Patients Like Me.

Da allora, Polar ha goduto di un grande utilizzo e crescita. Secondo Wroblewski, Polar ha servito più di mezzo miliardo di sondaggi solo negli ultimi otto mesi, con un totale di 1,1 milioni di elettori attivi da settembre. “Se avete votato in un sondaggio Polar, scaricato la nostra applicazione, o incluso il nostro codice nel vostro sito, abbiamo imparato da te. Personalmente, ho imparato più di quanto potessi immaginare dal team Polar, dai nostri partner e dai nostri investitori. Non riesco a immaginare un regalo migliore di conoscenza, quindi sono grato a tutti voi”, scrive Wroblewski.

Dato che parte della società entrerà nelle grazie di Google, Polar sta rilasciando una serie di articoli che Wroblewski ha scritto su dispositivi mobili e progettazione multi-dispositivo nella forma di iBook gratuiti e documenti PDF. Queste sono anche le competenze di Wroblewski in quanto ha già scritto un libro sul design chiamato “Mobile First”, che da allora è diventato un po’una parola d’ordine nella Silicon Valley.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti