GoogleMercati emergenti

Google denunciato all’antitrust in Russia

Il motore di ricerca russo Yandex ha accusato Google di favorire illegalmente propri servizi, costringendo i produttori di dispositivi Android ad installare le sue app e di escludere quelle della concorrenza.

Yandex ha presentato una denuncia al servizio antimonopoli federale russo (FAS) chiedendo all’autorità di indagare su Google per eventuali violazioni della legge antitrust russa.

La società ha sostenuto che Google infrange la legge quando obbliga i produttori di dispositivi che desiderano installare il Google Play Store a pre-installare anche un’intera gamma di servizi di Google tra cui mappe ed e-mail, e ad impostare Google come motore di ricerca predefinito. In aggiunta a ciò, ai produttori di dispositivi è vietata l’installazione di tutti i servizi di concorrenti di Google sui loro dispositivi, incluse le applicazioni e servizi di Yandex.

google-yandex-informatblog

Yandex vuole l’autorità antitrust costringa Google a separare Android dalla ricerca e dai servizi Google. “Crediamo che i produttori di dispositivi dovrebbero avere una scelta su quale motore di ricerca impostare come predefinito o su quali servizi pre-installare sul dispositivo. Google non dovrebbe impedire ai produttori di pre-installare app concorrenti”, ha detto in una dichiarazione Yandex.

La società ha deciso di presentare la denuncia dopo che i produttori di smartphone Prestigio, Fly e Explay hanno detto a Yandex che non sarebbero più stati in grado di pre-installare i servizi Yandex sui loro dispositivi Android, perché Google gli ha intimato di smettere di farlo. A Yandex hanno detto che le probabilità che Google continui con questa pratica sono alte, danneggiando non solo Yandex, ma anche gli altri servizi concorrenti di Google così come i produttori dei dispositivi e, in ultima analisi anche gli utenti Android.

Android è installato sull’86% degli smartphone russi, secondo Yandex, ma mentre l’apertura e le radici open-source del sistema hanno contribuito a farlo diventare popolare, la trasparenza è ormai un ricordo del passato a causa dei prodotti abbinate di Google. Google ha rifiutato di commentare.

L’installazione di servizi Google con Android ha anche attirato l’attenzione della Commissione europea, che lo scorso anno ha iniziato un’indagine preliminare nell’ecosistema Android. La Commissione ha inviato questionari ai fornitori di telefoni e a sviluppatori di app che utilizzano Android, tra cui Yandex, nel tentativo di scoprire se Google richiede alle società di accettare di non pre-installare app, prodotti o servizi su dispositivi mobili in diretta concorrenza con i servizi di Google.

L’autorità antitrust della Russia deve ancora decidere se aprirà un’inchiesta, ha detto Yandex. L’autorità non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti