GoogleOcchiali

Tornano i Google Glass con una nuova Enterprise Edition

Una nuova versione di Google Glass è in arrivo, ma definirla un successore dell’originale significa esagerare un po’. Il sito 9to5Google riferisce che Tony Fadell e il suo team sono al lavoro su una nuova “Enterprise Edition” del dispositivo di realtà aumentata, un ramo della originale Explorer Edition ma con alcuni miglioramenti hardware.

In primo luogo, i Google Glass Enterprise Edition saranno pieghevoli come un normale paio di occhiali, e ciò dovrebbe rendere il portarli in giro più facile e meno imbarazzante. Il lato destro, dove è contenuta l’elettronica, è in grado di piegarsi verso il basso grazie a una “robusta cerniera” che è stata aggiunta alla progettazione di questo modello. (Il lato sinistro fa lo stesso.)

google-glass-enterprise-informatblog

9to5Google sostiene inoltre che la nuova versione dei Google Glass sarà resistente all’acqua e più durevole. Google vuole che siano in grado di sopportare le normali cadute e gli urti di tutti i giorni, e questo è molto importante se saranno utilizzati negli stabilimenti, magazzini, o in altri ambienti di lavoro in cui non è possibile garantire loro un trattamento fragile.

Allo stesso modo, Google ha evidentemente ottimizzato l’aspetto dei Google Glass Enterprise Edition in modo che siano migliori per il suo pubblico. Sembra che la realtà stia cominciando ad emergere: Google non è più aggrappata alla falsa speranza che i Glass diventino un pilastro sulle passerelle e sulle riviste di moda.

Altri miglioramenti segnalati da 9to5Google includono un prisma più grande per un’esperienza di visione più completa dell’interfaccia dei Google Glass Explorer Edition, una durata della batteria più lunga, e il miglioramento delle prestazioni attribuibile ad un nuovo processore Intel Atom. Ma se siete un normale consumatore non sarà facile acquistarne un paio. Gli attuali piani di Google, che come sempre in questo campo sono soggetti a modifiche, a quanto pare danno l’Enterprise Edition a disposizione esclusivamente ai partner del programma Glass For Work entro la fine di quest’anno.

Dunque questi non sono i Google Glass 2.0 per il mercato di massa. Tony Fadell di Google, che dirige sia la divisione domotica Nest che il progetto Google Glass, ha detto che il suo team “ha deciso di rivedere ogni dettaglio” nel tentativo di ripensare e rielaborare l’intero progetto del dispositivo. (Fonte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti