GoogleInternet

Google I/O, ecco tutte le novità per il 2013

google-i-o-2013_1158187Google I/O, la conferenza annuale che il colosso del web tiene al Moscone Center di San Francisco, ha chiuso da poco i battenti e ha presentato le novità del 2013 mostrando il funzionamento e i cambiamenti apportati ai propri prodotti. Andiamo a scoprire insieme nel dettaglio ciò che Google ha presentato nel corso della conferenza. Brian McClendon, software designer, sviluppatore ed ingegnere statunitense, ha presentato le novità riguardo a Google e a Google Maps e ai progressi effettuati grazie all’ausilio di Street View. Visto il numero altissimo di visitatori, oltre un miliardo a settimana e un milione di siti web che hanno implementato le loro mappe, google  ha puntato fortemente al rinnovamento del servizio. Inizialmente, la versione mobile per iOS e Android, aveva soltanto un servizio di navigazione con indicazioni stradali ma adesso, grazie all’aggiornamento apportato dagli sviluppatori, è possibile cercare un determinato luogo e fornire una recensione che si andrà ad aggiungere a quelle postate dagli altri utenti e dagli esperti del settore, grazie anche al servizio di ricerca ristoranti in tutto il mondo, Zagat. Durante la prossima estate arriverà anche la nuova interfaccia per tablet Android con la funzione Explorer.

Le novità più importanti riguardano la versione desktop di Google Maps, che grazie alla nuova interfaccia ed i contenuti dinamici che ogni visitatore potrà aggiornare da un luogo determinato, sarà molto più semplice da utilizzare e più versatile. Non ci sarà più la colonna verticale sul lato sinistro, garantendo così una visualizzazione molto più ampia delle mappe e la barra di ricerca, posizionata in alto, non disturberà l’utente durante la navigazione. Più efficace anche l’integrazione con i mezzi di trasporto, dato che basterà impostare il punto di partenza, scegliere la nostra destinazione e il mezzo di trasporto che preferiamo, e Google Maps sceglierà da solo in automatico il percorso più breve con il minor tempo di percorrenza. Saranno inoltre presenti di default, anche tramite il browser, i servizi che inizialmente offriva Google Earth, tra questi uno dei più importanti è il supporto 3D, con un numero di edifici e quartieri immenso riprodotti nel dettaglio e in 3D..

Infine, come se tutte queste novità non bastassero agli utenti, Google ha davvero superato se stesso: se decidiamo di ridurre lo zoom, riusciremo a visualizzare integralmente il globo terrestre avvolto dalle nuvole che si sposteranno, e si dissolveranno in tempo reale (sempre in modalità tempo reale sarà possibile visualizzare i passaggi di luce tra giorno e notte), grazie ai più avanzati e potenti servizi di meteorologia esistenti al mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le guide più interessanti