News

Google Maps itinerari: i nuovi aggiornamenti di transito

google maps itinerari

Come tutti sanno, Google Maps è il servizio web di Google che permette di trovare luoghi e punti d’interesse e mostrare carte geografiche e che si è recentemente arricchito con la nuova funzione Google Maps itinerari.

Importantissimo per le aziende ma anche per l’utente privato, grazie a Google Maps si possono trovare attività commerciali, monumenti, percorsi e foto satellitari della città che vengono aggiornate nel tempo e si basano su funzionalità quali Google Street View e Google Maps Satellite.

In poche parole, grazie a questa app puoi visualizzare comodamente sul tuo smartphone la mappa stradale e chiedere a Google Maps i percorsi più veloci e comodi per raggiungere la destinazione in auto, a piedi, in bicicletta o con il trasporto pubblico. Tra tante diverse possibilità troverai la migliore indicata in blu e le altre in grigio sulla mappa.

Google Maps itinerari: un aggiornamento importante per l’app di Google

aggiornamento google mapsCon il nuovo aggiornamento di Google Maps avremo la possibilità di accedere da smartphone e tablet a Google Maps itinerari, oltre alle tradizionali mappe d’Italia che rendono da sempre questa app molto usata da chi calcola il percorso e cerca indicazioni stradali, al pari della guida Michelin.

Grazie al più recente aggiornamento non useremo più, infatti, le maps di Google solo per conoscere distanze chilometriche e percorsi stradali, ma anche per spostarci con i mezzi pubblici. Da poco in centinaia di città del mondo compaiono sull’app Google Maps, che calcola il percorso per raggiungere la destinazione, anche le informazioni sul traffico per gli autobus, con l’indicazione del ritardo in tempo reale e lo stato di affollamento del mezzo. Potremo così scegliere, ad esempio, di muoverci in macchina se il mezzo pubblico è bloccato in coda o a causa di un incidente o, ancora, è sovraffollato.

Google Maps itinerari: un’app a favore della mobilità sostenibile

Muoversi con tram, autobus e treni significa muoversi in modo sostenibile e ridurre l’inquinamento nelle nostre città. Inoltre porta vantaggi in termini di benessere, dato che si può approfittare del tragitto per leggere, ascoltare musica o semplicemente rilassarsi. A patto che il mezzo pubblico da prendere non sia in ritardo o sovraffollato, casi in cui lo spostamento potrebbe risultare veramente stressante.

Proprio per evitare questa situazione è stato introdotto in Google Maps il nuovo aggiornamento che fa parte di Google Maps itinerari e segnala, come abbiamo visto, sia l’eventuale ritardo del mezzo pubblico sia le condizioni di affollamento dello stesso.

La nuova telecamera con sfondo arancione segnala gli autovelox

Accanto a Google Maps itinerari la nuova versione dell’app di Google per la mobilità è rappresentata da una telecamera arancione che segnala gli autovelox in Italia e permette all’automobilista di conoscere in tempo reale la mappa degli autovelox posizionati nel suo percorso.

Inizialmente l’aggiornamento sarà messo a disposizione solo dagli utenti Android e non si sa ancora quando sarà realizzato per chi usa il sistema operativi iOS, ma si ritiene che la nuova funzionalità verrà rilasciata per tutti i dispositivi, proprio come Google Maps itinerari.

Mappa degli autovelox: le segnalazioni degli utenti Google

Oltre a visionare la mappa degli autovelox in Italia, saranno gli stessi utenti a poter segnalare la presenza della strumentazione per il rilevamento della velocità in strada. Per farlo dovranno semplicemente cliccare sul tasto “Opzioni” e inserire direzione e posizione, sarà poi Google a registrare le informazioni e renderle disponibili agli utenti che fanno lo stesso percorso.

Conclusioni

Google Maps itinerari e la nuova mappa degli autovelox sono solo due degli aggiornamenti più attesi da chi usa l’app per il calcolo dei percorsi stradali e la visualizzazione della mappa d’Italia di Google. Nei prossimi mesi, infatti, sono previste altre novità per Google Maps, che si impegna a stare al passo con la concorrenza per offrire sempre maggiori funzionalità ai suoi utenti.

Rispondi

Le guide più interessanti